Next Up Hero
Anteprima

Next Up Hero

Il mondo dei videogiochi è caratterizzato da sempre da titoli molto originali che si palesano all’improvviso, cosi spesso non si riesce a dare loro il giusto peso o comprenderne a pieno la filosofia che stà alla loro base. Bisogna riconoscere quindi come per lo sviluppo di questo Next Up Hero i ragazzi di Digital Continue si sia affidati a un lampo di genio che potrebbe portare una boccata di aria fresca nel panorama ludico, con un prodotto che non brilla sicuramente per il suo aspetto tecnico ma che ha un’idea tanto semplice quanto innovativa, più o meno.

 

Quando Dark Souls ti fa un baffo…qui DEVI morire!

Se siete abbastanza vecchi da avere qualche capello bianco come me allora forse avrete vissuto l’era dei cabinati da bar o sala giochi, quelle macchine mangia gettoni all’interno delle quali riversavo con i miei amici intere paghette. Ecco, per la precisione c’erano quei picchiaduro a scorrimento che noi adoravamo, come Final Fight o Altered Beast, dove ovviamente una moneta (il mitico 1cc) non poteva certo bastare a vedere il finale, noi poi eravamo ovviamente poveri in canna e quindi era normale unire le forze per finire i giochi. Giocavamo una sola partita e tutti usavamo i nostri soldi per arrivare alla fine, uno alla volta, in questo modo era più facile vedere il finale. Qualcosa di arcaico lo so, ma che è alla base di questo Next Up Hero, un titolo d’azione che ci metterà di fronte a vari livelli che non potremo superare se non portando a termine determinati obiettivi e dal livello di difficoltà che la serie Souls si può anche scansare, perché i programmatori hanno sviluppato il titolo per farci morire. Grazie al codice in anteprima in nostro possesso potremo dare uno sguardo alla beta del titolo e giocare un po' per renderci conto effettivamente di cosa si tratti, cosi insieme agli altri ragazzi della redazione ci volevamo riunire pad alla mano a provare questo titolo che prima di sentire la dolce PR non sapevamo neppure esistesse, peccato che sia esclusivamente per l'online. Quindi andiamo con ordine e spieghiamo anche a voi di cosa si tratta. Una volta scelto un eroe tra i nove a disposizione, dovremo scendere nel cuore della battaglia e combattere in un classico titolo a visuale d’uccello dove tra fendenti vari o colpi a distanza sarà necessario sfruttare le abilità di ogni personaggio per cercare di avanzare. L’originalità del gioco è che noi dovremo morire, forzatamente, perché l’unico modo di progredire è sfruttando gli echo ovvero i fantasmi dei giocatori morti. Una volta che perderemo la vita il nostro eroe diventerà uno di questi echo, meno potente e senza le abilità che avevamo rubato ai nemici in puro stile Megaman, che un nuovo giocatore che entrerà in partita potrà sfruttare come alleato per combattere insieme a esso. In questo caso saranno quindi in due ad avanzare, finchè il nuovo giocatore non morirà e ne arriverà un altro che avrà due alleati a sua disposizione e così via. Il titolo è proprio strutturato su questo meccanismo, tanto che senza un numero adeguato di echo non potrete proprio avanzare e le difficoltà saranno enormi, soprattutto contro i boss più grandi, per sconfiggere i quali sarà necessario far unire tutti gli echo alleati in un unico e grande Ancients. Insomma avete già capito che il titolo vi vedrà morire spesso, cambiare personaggio a seconda del tipo di nemici che ci troveremo di fronte perché come detto non c’è un eroe adatto a tutte le situazioni. Originale quindi, ma da valutare e vedere come funziona questo meccanismo e quanto possa funzionare, perché ovviamente va bene morire e ricominciare con un altro omino, ma il titolo vorremmo finirlo noi e non qualcun altro.

È ancora prestissimo per giudicare il titolo, che vi ricordiamo essere previsto per il prossimo anno su PC, Nintendo Switch, PlayStation 4 e Xbox One, ma l’idea non sembra malvagia e se sviluppata come si deve potrebbe realmente darci un piccolo gioiello dal punto di vista del sistema di gioco. Purtroppo al momento il titolo pecca davvero per essere poco accattivante, con una grafica molto semplice e poco dettagliata e personaggi dal dubbio carisma. Ovviamente i ragazzi di Digital Continue hanno già dichiarato che il titolo verrà sviluppato tenendo conto del feedback di tutti gli appassionati che parteciperanno sia alla closed beta che all’accesso anticipato, quando sarà disponibile, in modo da rilasciare Next Up Hero solo quando risponderà a tutte le esigenze dei giocatori. Noi ci aspettiamo il cross-platform vista la sua natura da only online, per il resto è da tenere d'occhio.