Star Trek Bridge Crew

Recensione

Star Trek Bridge Crew

Il mondo della realtà virtuale non brilla ormai più e inizia a mostrarsi come il 3D delle varie televisioni di ultima generazione, c’è ma non lo usa nessuno. La situazione non è decollata nemmeno con PlayStation VR che ha piazzato poco meno di un milione di visori su di una base installata di console che raggiunge i 50 milioni, numeri che da soli mostrano chiaramente il perché le software house non investano soldi in titoli decenti. Nell’attesa che l’E3 2017 possa dare qualche speranza al settore e smuoverlo un po’ ecco che Ubisoft rilascia un titolo che riesce a dare un senso all’applicazione di questa tecnologia nei videogiochi. Certo, la società francese si è ben vista dallo spendere qualche soldo in più per creare anche un prodotto decente tecnicamente, ma al momento non si può avere tutto dalla vita e questo Star Trek Bridge Crew merita molta attenzione se siete fan della serie.

 

Pronti a comandare una nave spaziale in nome della ricerca

Star Trek è una di quelle serie molto famoso, ma con talmente tante versioni che chi non è un fan non ci capirebbe molto delle ambientazioni, personaggi o altro. Un elemento da non trascurare perché ve lo diciamo immediatamente, se non sapete cosa sia la plancia dell’Enterprise passate oltre. Al di là della scelta dei programmatori di legare il titolo a questo franchise, che secondo noi è stata errata ed era preferibile qualcosa di più generico, un altro fattore da tenere in considerazione prima di acquistarlo è che solo con altri giocatori si riesce a ottenere il meglio, il single player è trascurabilissimo infatti. Ma di cosa stiamo parlando? Andiamo con ordine perché il titolo in pratica ci permetterà di essere un membro dell’equipaggio della nave spaziale scegliendo di essere nel ruolo di uno dei quattro ufficiali presenti: il capitano, il timoniere, l'ingegnere e il tattico. Come detto si gioca meglio in quattro e tutto ciò che dovremo fare sarà una sorta di simulazione strategica e tattica di tutto ciò che potrebbe accadere sulla plancia della nave, ovviamente con il visore della realtà virtuale a darci la sensazione di essere realmente seduti davanti la nostra postazione, con la strumentazione di bordo e la possibilità d’impartire ordini o eseguirli a seconda di ciò che accadrà. Le missioni a disposizione sono solo quattro più quella bonus molto conosciuta dai fan della saga, e ognuna è stata studiata per sfruttare al meglio le diverse mansioni dell’equipaggio e cercare di creare quell’empatia necessaria a trovare il giusto equilibro nel team. Per fortuna esiste anche la possibilità di partecipare a missioni create in modo randomico dalla CPU, in questo modo la longevità riesce ad aumentare sebbene ci si renderà conto presto che la ripetitività delle azioni da fare e degli eventi che ci coinvolgono siano sempre gli stessi. Il grande merito che ha avuto il team però è quello di aver caratterizzato molto bene il comportamento e le mansioni di ogni componente della squadra, in questo modo il giocatore sarà invogliato molto più volentieri a rigiocare il tutto da un punto di vista diverso. Nello specifico, per chi non fosse patito di Star Trek, oltre al capitano che ovviamente deve dare ordini a tutti e scegliere le strategie e azioni da fare c’è il timoniere che non deve solo guidare la grande nave, cercando di non farla sbattere contro asteroidi o altri oggetti presenti nello spazio, ma anche individuare e tenere nel mirino i nemici. Non mancherà l’entusiasmante compito dell’ingegnere che dovrà tenere costantemente d’occhio ogni elemento della nave, dagli scudi ai motori e inviare le squadre di riparazione ove necessario, mentre alle armi e alla difesa avremo l’ultimo ufficiale disponibile, che ovviamente si dovrà occupare di eliminare le armi dei nemici e di tutta la tattica necessaria a sopravvivere a uno scontro.

 

Quando tutto sembra perfetto ecco che…

Il titolo di Ubisoft è molto semplice, riesce a riprodurre la sensazione ed emozione che abbiamo ammirato nelle puntate delle varie serie o anche dei film usciti recentemente al cinema. Star Trek è un grande franchise e riesce a dare quell’euforia ed entusiasmo giusto al titolo, che però se la sarebbe cavata anche senza e forse sarebbe stato più digeribile persino da un pubblico più vasto. I veri problemi però risiedono nella necessità di giocare con altre tre persone vere per divertirsi, tutte con il loro visore ovviamente, o comunque formando un team ben affiatato e che le missioni sono poche mentre quelle generate in modo casuale troppo ripetitive. Certo la longevità in base a questi elementi si attesta sempre su livelli accettabili e superiori alla media delle demo che vediamo solitamente per questa tecnologia. Il punto davvero dolente è la realizzazione tecnica però, dove troviamo un motore grafico pessimo e che sfigurerebbe persino su PlayStation 2. Ecco, per non guardare a certe animazioni e una resa grafica cosi arcaica bisogna proprio essere dei fan della saga e viaggiare di fantasia altrimenti il coinvolgimento scema molto velocemente.

Condividi articolo su:

Commento e voto di Andrea "Acid Burn" Longo

Andrea
Ubisoft è riuscita a realizzare un titolo coinvolgente e che riesce a riprodurre un’esperienza unica, che senza un visore di realtà virtuale non si potrebbe creare per dare le stesse emozioni e sensazioni al giocatore. Star Trek Bridge Crew ha un’azione lenta, molto ragionata, che riproduce perfettamente i quattro ruoli principali degli ufficiali ma ha il limite di riuscire a galvanizzare solo i fan della serie e una realizzazione tecnica pessima e trascurabile solo grazie a una massiccia dose di fantasia e coinvolgimento. Un titolo che è consigliato solo agli appassionati della saga e con tre amici con cui condividere il tutto.
7.0
Valutazione totale del gioco

Pro

  • In quattro è molto coinvolgente
  • I fan ne andranno matti
  • Ruoli ottimamente caratterizzati

Contro

  • Alla lunga ripetitivo
  • Tecnicamente osceno
  • Da soli...no

Lascia un Commento

Registrati
Questo sito utilizza anche cookie di profilazione di terze parti. Per la loro gestione consulta l'informativa estesa.   CHIUDI