WipEout Omega Collection

Recensione

WipEout Omega Collection

Ero solo un ragazzino la prima volta che vidi sul televisore del mio negozio di videogiochi preferito Wipeout per PlayStation, è dire che fù amore a prima vista sarebbe riduttivo. Ho sempre amato F-Zero, sul mio SNES non facevo che gareggiare continuamente con il titolo Nintendo e viaggiare con la fantasia. Sarà per questo motivo che alla vista del racing di Psygnosis decisi che il momento di comprare quella console era arrivato, il vero e unico motivo. Ero da sempre amante di Virtua Fighter e Sega Rally per farmi conquistare da Tekken o Ridge Racer, senza contare che sbavavo sulle foto formato francobollo di Mega Console relative a Super Mario 64, quindi per me PSX fino a quel giorno poteva restare sugli scaffali. Nel mio pensiero di giovane quindicenne quel titolo era l’evoluzione di Formula Zero, ma una volta inserito il CD mi accorsi che era molto di più, era il futuro. Purtroppo la saga è stata accantonata nel 2012 da Sony, con l’ultimo capitolo uscito su PlayStation Vita e che come tutto ciò che usciva su quella console non vendette per niente bene. Oggi con questa nuova raccolta in arrivo su PlayStation 4 l’emozione si è mescolata a quella sensazione di criticità per un titolo che potrebbe essere semplicemente una rispolverata di quanto visto sulla terza generazione di console della grande S, oppure no?

 

Vai con lo Chemical Beats

Wipeout era un gioco sviluppato per stupire, per lasciare a bocca aperta, con un comparto audio pazzesco e una grafica impensabile su console, ma tutto ciò non sarebbe servito a nulla senza un gameplay che riusciti a stabilire nuovi standard di qualità. La storia del franchise parte quindi cosi, con un titolo che fece il botto e vendette vagonate di copie e macchine da gioco, arrivando anche su altre piattaforme ma non avendo lo stesso impatto di quel fatidico fine settembre. La Wipeout Omega Collection racchiude i capitoli Wipeout HD (già uscito su PlayStation 3 e contenente Pure e Pulse, i due capitoli portatili pubblicati in origine su PSP), Wipeout Fury e Wipeout 2048 (quello come detto uscito su PS Vita). Insomma si tratta di una raccolta non completissima che porta con se il meglio di quanto visto nella passata generazione di console aggiungendo il 4K e i 60 fotogrammi al secondo granitici, come si suol dire. Nulla di nuovo e niente di particolarmente impegnativo per il team di Clever Beans che si è occupato di questa remastered. Bisogna quindi considerare come l’offerta di gioco sia molto ambia, che tutte le modalità di ogni capitolo sono state ricreate fedelmente e che anche la giocabilità è quella tipica del brand. Un prodotto che ovviamente lascia un po’ l’amaro in bocca per non essere la collector definitiva di tutto ciò che abbiamo visto ad oggi, probabilmente indirizzata più ai nuovi giocatori che desiderano conoscere la frenesia e follia delle gare futuristiche che offre, tralasciando i fan che in ogni modo hanno già tutti questi titoli. Un trio di giochi che hanno comunque diversi approcci a quello che rappresenta la serie, con le varianti più aggressive e quelle maggiormente spinte verso il futuro, ma sempre con un livello di contenuti davvero senza eguali visto i numerosissimi tracciati presenti a cui sfidarsi. Quello che davvero bisogna tenere a mente quanto si parla di una raccolta simile va oltre il valore nostalgico che può influire davvero molto, ma su come viene rinnovato per questa nuova esperienza, in modo da giustificarne l’ennesimo acquisto.

 

Una serie portatile in 4K

Sebbene la prima ondata di Wipeout vista nel 1995 ci aveva conquistato e fatto innamorare, bisogna ammettere che le controparti per le console portatili di Sony non avevano lo stesso impatto, oggi quindi vederli in questa raccolta in una versione decisamente più moderna graficamente e per ciò che concerne le ottimizzazioni che può offrire solo la versione Pro della creatura della casa nipponica ha un effetto diverso. I programmatori hanno svolto un ottimo lavoro, i giochi sono una bellezza da vedere e le gare non potevano essere più adrenaliniche. Probabilmente l’effetto nostalgia però è riuscito a colpirci e quindi farci pensare a ciò che manca, a come questa enciclopedia sia incompleta e potesse essere migliorata, sebbene la speranza sia che si tratti di un primo passo verso un nuovo capitolo, del quale dopo 5 anni si inizia a sentirne il bisogno. Se avete amato la serie e non avete la possibilità di giocarci sulla vecchia macchina, la retrocompatibilità è inutile secondo il boss di Sony ma le remastered invece no, recuperarlo e sfidare online oppure attraverso il sempre ben accetto split screen un amico sarà indispensabile. Noi continuiamo ad ascoltare la colonna sonora meravigliosa è di un livello elevatissimo per il genere, con un paio di firme davvero “prodigiose, e insieme alla sensazione di velocità impareggiabile ci fanno sognare anche questa volta. Peccato davvero quindi, che alla fine stiamo parlando di una sorta di rivisitazione in HD di una raccolta già vista.

Condividi articolo su:

Commento e voto di Rosario Speciale

Rosario Speciale
Se non avete mai giocato Wipeout allora questa Omega Collection è indispensabile, avendo al suo interno la bellezza di 26 tracciati, 46 vetture e 9 diverse modalità che ci terranno impegnati per giorni. Peccato però il team si sia limitato al solo panorama delle versioni portatili e non abbia inserito qualche fanservice o la versione originale del primo. Sicuramente però se avete già questi titoli, anche su PlayStation 3, allora è inutile spendere altri soldi per la qualità grafica e i 4K, anche perché alla lunga la potenza e superiorità del capitolo 2048 prenderà il sopravvento e tutto ciò che potrete fare è, insieme a noi, sperare in un nuovo e inedito capitolo.
7.5
Valutazione totale del gioco

Pro

  • Tecnicamente perfetto
  • La colonna sonora migliore per il genere

Contro

  • Non è una collection completa
  • Alla fine giocherete solo al 2048

Lascia un Commento

Registrati
Questo sito utilizza anche cookie di profilazione di terze parti. Per la loro gestione consulta l'informativa estesa.   CHIUDI