Forza Motorsport 7

Forza Motorsport 7
 

Oltre alla morte e al fisco, anche la serie Forza Motorsport ci ha abituati ad una precisione svizzera, quando si parla di uscite ufficiali, e visto che il sesto capitolo ha già fatto il giro completo delle stagioni ben due volte, quest’anno è il momento giusto per vedere quello che forse sarà il canto del cigno per questa generazione e per questo premerà l’acceleratore su ogni singolo componente e potenzialità grafica della, ormai, piccola Xbox One, la gemella con il micro-boost di qualche frame in più e la nuova sorellona Xbox One X che arriva in grande spolvero con questa produzione targata Turn 10.

 

 

Senza Limiti

Dopo aver presentato la nuova ammiraglia di casa Microsoft, che in teoria segnerà il passo ad un nuovo modo di intendere le console e le generazioni, forti del fatto che ormai ogni esclusiva targata Xbox approderà anche ai lidi dei possessori di PC, dotati di Windows 10, il team responsabile della serie di Forza ha mostrato le unghie con una ruggente dimostrazione del settimo capitolo del franchise. Il nuovo racing gira con uno sfavillante 4k nativo ed è dotato di ben 60 fps, mentre girava sulla nuova “X” e se qualcuno si dovesse porre la domanda se per caso dovesse incorrere in qualche rallentamento, sappia che in realtà in queste condizioni avrà ancora circa il 30% di capacità di calcolo che restano dormienti. Se invece foste interessati alla versione per computer sappiate che i requisiti sono già stati rilasciati, oltre al fatto che il titolo in questione è già apparso sullo store in pre-order, con la richiesta di un processore che si aggiri, nei requisiti consigliati di un i5 4460 3.2GHz ed una NVIDIA GTX 670 o NVIDIA 1050 Ti (o corrispettivo AMD), anche se in realtà stupisce la richiesta di spazio, ma questo è dovuto quasi sicuramente alle texture in 4k, di qualcosa come 100 GB di spazio su disco fisso, che non sono propriamente uno scherzo, soprattutto per chi dovesse scaricarlo, ovvero l’unica opzione su PC. Requisiti onestissimi quindi, anche se poi si dovrà toccare con mano il tutto, considerando che Horizon 3 ha avuto una lunga gestazione di patch prima di essere a posto, per quanto in questo caso non essendo un open world si avranno sicuramente benefici in termini di richieste computazionali.

 

A tavoletta in ogni condizione meteo

Se nel titolo d’esordio di Xbox One ci sono state un po’ di lamentele, da parte degli utenti, per l’esigua quantità di contenuti presenti, il tiro è stato sicuramente corretto col sesto episodio, con questa edizione si arriverà ad avere la bellezza di 700 vetture, con 30 tracciati e 200 rettilinei che andranno effettivamente a cambiare molto anche nella pratica, grazie alle condizioni meteo variabili che avranno un forte impatto nel gameplay. A tutto questo dovremo poi aggiungere il ciclo/giorno notte che regala alcuni meravigliosi scorci naturalistici e esalta i profili dei grattacieli di Dubai o sottolinea la bellezza del panorama desertico, per quanto non si disdegneranno nemmeno i circuiti classici. Tutto in nome della varietà, non sarà quindi soltanto un cambio di panorama, di circuito e di mezzi, ma anche la volontà di far cambiare ai giocatori uno stile differente di guida che garantisce una certa dinamicità e la voglia di pestare il più possibile l’acceleratore per scoprire quale sarà la prossima gara.

 

Disponibile dal prossimo 3 ottobre avrete la possibilità di effettuare il pre-order già ora, come ho ricordato appena sopra, inoltre potrete già pensare ai vari pass stagionali delle vetture che non dovrebbero contenere eventuali espansioni delle piste, come accaduto con Horizon 3, ma ci saranno pacchetti a parte.

 
Condividi articolo su:

Lascia un Commento

Registrati
Questo sito utilizza anche cookie di profilazione di terze parti. Per la loro gestione consulta l'informativa estesa.   CHIUDI