Speciale Conferenza Microsoft GamesCom 2017

Speciale

Speciale Conferenza Microsoft GamesCom 2017

A Microsoft piace aprire le danze nelle varie fiere, come nel caso dell’E3, in cui è la prima ad avere la parola sul mondo delle novità dei mesi a seguire per la propria console (e non solo), anche alla GamesCom di Colonia, tenutasi domenica 20, nel corso di un orario “normale”, essendo in Europa, ha partecipato ad una “live conference” giocosa di un’ora e mezza... scopriamo insieme di cosa ha parlato la casa di Redmond.

Ritorno all'E3

Un improbabile trio di presentatori - niente Phil Spencer quindi e niente palco oltre a non essere in diretta - ha intrattenuto il pubblico lanciando spot, trailer, qualche novità e rapidissime interviste ad alcuni degli sviluppatori. Iniziamo subito dicendo che non ci sono particolari novità bollenti, senza contare che ci si aspettava una nuova IP sotto l’egida Microsoft con il curioso appellativo di lavorazione “codename Hollywood”, ma questo rumor è restato tale.

La kermesse inizia con Assassin’s Creed Origins mostrando un filmato in CGI - che quasi sicuramente sarà quello di intro - che ci rivela molto del mood che si respira; ambientato ai tempi di Giulio Cesare - voci vogliono che il seguito di un’ipotetica trilogia sia appunto di un soldato romano - ma nell’antico Egitto, oltre ad uno sprazzo di intervista con un membro del team Ubisoft che ha esaltato la potenza computazione di Xbox One X e quanto il gioco sia meraviglioso su questa console. Anche ReCore ha avuto il proprio momento di gloria, con l’annuncio della Definitive Edition, in uscita alla fine del mese, che includerà i DLC usciti al momento oltre ad alcune nuove funzionalità specifiche per Xbox. Il prossimo 10 ottobre sarà la volta dell’Ombra della Guerra di vedere la luce sugli scaffali, dopo il primo rimando l’uscita viene confermata anche da un bundle speciale che include oltre al gioco una Xbox One S, unendo il tutto in un trailer inedito per tutti i fan del seguito del bellissimo e originale Ombra di Mordor, che calca la Terra di Mezzo di Tolkien. Restando in casa Microsoft Studios si è parlato anche di Forza 7, delle sue settecento vettore incluse e l’uscita per la prima volta al mondo anche su PC.

Mondo Indie

Se scarseggia sul piano software, sembra proprio che l’idea alla base della sezione Xbox sia quella di traghettare l’utenza verso qualcosa di diverso dalla sola vendita hardware e software. Il brand Xbox sta diventando un servizio, esattamente come Steam, una via di mezzo però tra un ibrido PC e console, offrendo il meglio dei due mondi. Per ottenere questo risultato ecco la possibilità di avere i migliori MMO in commercio come ad esempio World of Tanks e PLAYERUNKNOWN'S BATTLEGROUNDS, ma non solo c’è un’apertura eccezionale a tutto il mondo indie, con investimenti anche importanti su questo settore, in cui Sony non sembra essere così interessata. L’esclusiva console/PC Cuphead, in arrivo alla fine del prossimo mese, ha avuto il suo spazio con un trailer che ha illustrato una parte inedita e una breve intervista al team. Anche State of Decay 2, che nel frattempo ha avuto la conferma di uscita nella primavera 2018, non è mancato all’appello, forse anzi è stato il gioco di cui si era visto di meno fino ad ora e ha avuto una parentesi più ampia anche per poter parlare del co-op. Su Surviving Mars c’è poco da dire, per le pochissime informazioni rilasciate, ma l’idea sembra essere quella di riprendere il gioco da tavolo Terraforming Mars in una trasposizione videoludica. Chi ha qualche anno sulle spalle ricorderà il parco a tema di Jurassic Park in versione gestionale, ora ritorna in grande spolvero con Jurassic World: Evolution.

Hardware Plus

Si parte in realtà dai controller perché alla variante costosissima del pad premium, che ha registrato e continua a registrare ottimi introiti e interesse da parte dei giocatori, si aggiunge anche una versione che si pone come via di mezzo tra la base e il super controller, con la sostituzione di alcune parti dalla plastica al metallo, nella croce direzione e le levette, ma sotto il profilo della meccanica è ancora tutto da scoprire. I pad tematici e colorati riempiranno invece gli store il prossimo autunno, anche se l’attenzione dei più piccoli per il prossimo Natale potrebbe essere quello di farsi regalare una Xbox One S targata Minecraft, non è solo un bundle con il gioco in sé ma un vero lavoro di cesello e arte per dare alla console un’impronta unica del mondo di pixel giganti. Per tutti coloro che non si accontentano della Xbox One X, potranno avere una versione limited della stessa che porta il nome “Project Skorpio” che ormai tutti conosciamo bene - anche se assomiglia terribilmente ad una PlayStation 2 -  unita al fatto che ormai tutte le nuove console usciranno con una base in plastica per mantenerle in posizione verticale.

Condividi articolo su:

Lascia un Commento

Registrati
Questo sito utilizza anche cookie di profilazione di terze parti. Per la loro gestione consulta l'informativa estesa.   CHIUDI