F1 2017

Recensione

F1 2017

Ogni anno siamo abituati all’arrivo ciclico dei nuovi capitoli delle varie serie sportive, oltre quindi a quelle calcistiche, di basket ecce cc non possono mancare neppure quelle dedicate ai motori, in questo caso su quattro ruote. Codemasters è senza dubbio una delle regine del settore, capace di imporre i propri prodotti sopra la media e spesso renderli punti di riferimento per la concorrenza, con la licenza ufficiale del campionato di F1 poi non può certo sbagliare colpo. L’anno scorso si erano intravisti alcuni passi in avanti per ciò che concerne la giocabilità e la cura delle varie opzioni di gioco, ma non abbiamo apprezzato il titolo visto che sembrava il solito update da 60 euro. Quest’anno però le cose sono ben diverse e siamo davvero lieti di vedere come i programmatori abbiano effettato passi incredibili verso quello che è il gioco di Formula Uno migliore che si potesse avere oggi. Il perché ve lo spieghiamo in modo semplice e chiaro.

 

Occhio alle luci rosse

Il titolo ovviamente ha la licenza ufficiale del campionato in corso, quindi avremo piloti e circuiti reali tutti ripresi e riprodotti in maniera maniacale. La prima cosa da fare è come sempre creare un alter ego virtuale, che purtroppo per ciò che concerne la personalizzazione lascia anche questa volta a desiderare, ma essendo qualcosa di futile non può interessarci molto. La carriera è il piatto forte, potremo scegliere con quale scuderia correre e in base a essa cercare di ottenere i diversi obiettivi che il team ci imporrà. Ovviamente scegliendo una Ferrari si avranno delle prospettive più alte in termini di richieste di vittoria, piazzamenti e punti rispetto invece a una Sauber per esempio. Bisogna quindi scegliere con attenzione e in base al livello di sfida che si desidera avere. Il titolo ci metterà poi sempre a confronto con un rivale, chiedendoci di avere un passo gara e delle statistiche migliori di questo, il tutto non solo ai fini di avere più stima e possibilità di crescere come pilota ma anche per ottenere preziosi punti da investire nel reparto ricerca e sviluppo. Codemasters ha infatti inserito una serie di opzioni di gioco che ci permetteranno di ottimizzare la nostra vettura, fare vari test e in questo modo andare ad aumentarne le performance nel corso della stagione, dandoci maggiori possibilità di ottenere qualche podio. Essendo sempre un arcade mascherato da simulatore il titolo riesce ad adattarsi perfettamente a ogni giocatore, sia che voi siate alle prime armi o che siate dei provetti piloti avrete l’opportunità di modificare ogni parametro del gioco in modo da renderlo il più realistico possibile o molto più user friendly. Nonostante però il livello di difficoltà bassissimo e tutti gli aiuti attivi sappiate che non sarà poi una passeggiata vincere ogni gara, sebbene la possibilità di avere i flashback infiniti per rimediare a qualche errore o fuori pista risulterà fondamentale inizialmente. L’ottimo lavoro dei programmatori si riesce a intravedere anche nelle diverse possibilità offerteci mentre gareggiamo in una stagione, poiché potremo partecipare ad alcuni eventi con vetture storiche in grado sia di spezzare il ritmo del fine settimana di gara che farci avere più punti da investire nel nostro team. Il sistema di guida è sempre molto immediato, sebbene dobbiamo dire che non sia proprio semplice comunicare con i box nel corso di una gara, visto che dovremo aprire l’apposito menù e selezionare ciò che vogliamo comunicare, un po' come quando ci verrà chiesto quale strategia scegliere o se cambiarla a gara in corso. Guidare a tutta velocità e distogliere lo sguardo per dare indicazioni varie non è comodissimo e la minima distrazione, soprattutto se giocate a livelli medi o alti per l’IA dei piloti avversari, può costarvi posizioni preziose.

 

Sentirsi dentro l’abitacolo

F1 2017 riesce a trasmettere le emozioni di una vera gara di Formula Uno, questo è il punto. Che siate impegnati in giri liberi, per cercare l’assetto migliore possibile, o in una gara vera e propria, sarete sempre vigili e con la consapevolezza che un errore potrebbe compromettere per sempre la gara. Il realismo è davvero alto e i danni delle vetture incidono pesantemente sul loro comportamento, quindi bisognerà concentrarsi e cercare di effettuare sorpassi puliti o comunque di non finire in qualche bagarre, specialmente se finiremo in mezzo al gruppo. Certo tutto si può disattivare e giocare a sportellate, fregandosene dei tagli di pista e delle punizioni sia di tempo che bandiere che si ottengono, ma in questo modo il divertimento e l’immedesimazione vanno calando. Dobbiamo poi fare un applauso agli sviluppatori che hanno inserito in modo molto reale la safety car, dandoci la possibilità di stravolgere la gara realmente, mentre siamo rimasti un po' perplessi dal fatto che anche quest’anno non abbiamo visto la personalità spiccata dei singoli piloti. Se ad esempio uno come Hamilton è sempre all’attacco e pronto a vincere nella realtà, nel gioco lo abbiamo visto molto più computerizzato, più allineato a tutti gli altri e quindi senza una propria personalità. Insomma si comportano tutti allo stesso modo indifferentemente dal nome, mentre le scuderie più piccole subiscono più rotture di motore casuali del previsto. Il titolo ovviamente propone tantissime altre modalità di gioco e non solo la carriera, riuscendo a garantire uno spropositato numero di ore di gioco ai fan, che però crediamo perderanno le giornate a cercare di migliorare i tempi sul giro e cerare l’assetto migliore per ogni pista.

Condividi articolo su:

Commento e voto di Rosario Speciale

Rosario Speciale
Questa volta Codemasters non si è limitata a fare il compitino di aggiornare la rosa dei piloti e dei circuiti, ma ha realmente schiacciato sul pedale dell’acceleratore e reso questo F1 2017 imperdibile per ogni fan della categoria che si rispetti. Ha davvero tutto, pecca invece solo per l’aspetto tecnico che seppur di ottima fattura non raggiunge certo la qualità della concorrenza e mostra tutta l’età dell’Ego Engine utilizzato. Piccolezze che però non vanno certo a intaccare l’ottima riproduzione sia dei piloti che dei team manager, rendendo l’esperienza davvero appagante non solo come titolo da guidare ma anche per tutta la questione inerente la parte manageriale in stile gioco di ruolo del reparto ricerca e sviluppo. Insomma compratelo e di corsa.
8.5
Valutazione totale del gioco

Pro

  • Carriera migliorata in varietà
  • Interessante sistema per la ricerca e sviluppo
  • Ottimo bilanciamento del livello di difficoltà

Contro

  • Non è riprodotta la personalità dei piloti reali
  • Il motore grafico inizia a mostrare l'età

Lascia un Commento

Registrati
Questo sito utilizza anche cookie di profilazione di terze parti. Per la loro gestione consulta l'informativa estesa.   CHIUDI