Gundam Versus

Recensione

Gundam Versus

Per quelli che hanno la mia età amare Gundam è qualcosa di naturale, siamo cresciuti con lui e tanti altri robottoni e ne abbiamo visto tutte le serie, anche quelle attuali. Il rapporto con i videogiochi non è mai stato dei migliori se andiamo a cercare titoli d’azione o che ne riproponevano i fantastici scontri con la Federazione, riuscendo però a brillare quando si tratta di strategici. Negli ultimi anni il franchise è riuscito a sbarcare molto spesso nel mercato europeo grazie specialmente alla prima portatile Sony, quella PSP che meritava più fortuna, con generi decisamente vari e che non sempre sono riusciti a riproporne le emozioni. Tra le tante serie che Bandai Namco poteva scegliere per portare su PlayStation 4 in Europa questa Versus è senza dubbio la peggior scelta, lo diciamo subito cosi non indugiamo sul fatto che siamo di fronte a un titolo mediocre e poco più. Avremmo preferito altro, sicuramente dopo i musou questa è una di quelle serie dedicate al robot bianco che non ha mai preso il pubblico, essendo un Virtual- On dei poveri che non è mai riuscito a prendere l’eredita del mitico gioco di Sega.

 

C’era una volta Virtual- On…

Un’arena di gioco, mech che si scontrano e il gioco è fatto. Lasciamo le trame ad altri, qui si punta tutto sull’azione e la possibilità di ricreare scontri epici magari già visti in qualche anime grazie al grande roster presente. Come dicevamo però, Sega ci ha abituati davvero bene con Virtual-On, titolo che ha molto in comune con la serie Gundam, dandoci una meccanica di gioco perfetta e bilanciata che riusciva a ricreare quella sensazione di sfida e appagamento che pochi giochi con pupazzoni metallici che se le suonano ci aveva mai dato. Bandai Namco ha ripreso più volte quella formula, modificandola e cercando di farla vestire ai famosi Mobil Suits che abbiamo visto in tutte le serie o quasi. Ma andiamo con calma, la modalità single player è di una povertà che in confronto Street Fighter V sembra un gioco completo, proponendo soltanto un arcade molto riduttivo, senza trama o un minimo di narrazione che possa anche solo spiegare qualcosa sul Gundam che utilizzeremo e un survival che ci metterà di fronte a una serie infinita di avversari finché non moriremo. Stop, molto male anzi malissimo. Come mai questa scelta? Bhè bisogna subito sottolineare come in realtà Gundam Versus sia un titolo multiplayer online e che il publisher ha ben pensato di evitare di dichiararlo apertamente, ingannando un po' i giocatori che sicuramente si faranno affascinare dal franchise. Il cuore del titolo è infatti l’online, dove potremo giocare in squadra con altri due amici contro altrettanti avversari, ponendo cosi in essere una battaglia vera e propria che vedrà il punteggio vitale di tutti e tre i membri unito con conseguente perdita della partita quando tutti saranno distrutti o i nemici avranno una barra vitale con un punteggio superiore. Il gioco in se permette di sfruttare sia i personaggi principali, una novantina per il momento ma con i DLC sempre dietro l’angolo, oltre a un centinaio di Striker che potranno essere chiamati per darci un piccolo supporto momentaneo in battaglia. Il sistema di controllo è molto semplice, si ha un attacco normale, uno a distanza e il colpo speciale Boost Drive che ha un’apposita barra di energia e ci consente di effettuare delle speciali manovre istantanee per atterrare istantaneamente, scappare lontano o avvicinarci in un istante al nemico. L’uso del BD sarà determinante nelle battaglie, ma purtroppo il titolo pecca sia per ciò che concerne il targeting del bersaglio, che potremo cambiare con l’apposito tasto, che per il pessimo sistema di parata che invece di essere associato a un tasto come in un qualunque titolo è predisposta in modo da farci effettuare un “su e giù” con la levetta quasi a simulare l’alzamento dello scudo. Disastroso.

 

…e c’è ancora!

Gundam Versus è un titolo mediocre a partire dal suo concept, ovvero scontri multiplayer online che vanno dal classico 1 vs 1, 2vs 2 o 3 vs 3 che cambiano semplicemente la tattica di gioco. La formula non funziona proprio, tralasciando infatti che non c’è un minimo di modalità competitiva seria che possa farci spendere tempo nel titolo, è fondamentale collaborare con gli altri, avere una strategia, il tutto insomma molto semplice sulla carta ma non in-game. Tolte quindi le pecche del sistemi di controllo, semplice da padroneggiare ma che non consente un gameplay fluido con movimenti in grado di portare su schermo gli scontri visti nelle serie televisive, non ci ha convinto nemmeno la struttura del titolo. Le battaglie online 1 vs 1 risultano le uniche un minimo divertente, ma sempre ripetitive e con poca personalità da parte dei vari Mobil Suits che non si riesce mai a percepire la reale differenza tra molti di quelli presenti. I programmatori avrebbero dovuto puntare su una maggiore cura del sistema di combattimento dei singoli Gundam, inserendono molti di meno ma dandoci una sorta di bilanciamento accurato e che esaltasse le capacità del giocatore. Le modalità single player sono davvero ridicole e praticamente non ve ne farete nulla vista la loro piattezza, con l’arcade che è davvero pessimo e pensare che sarebbe bastato qualche accorgimento per dare quel pizzico di nozioni sui Mobil Suit presenti a chi non è appassionato di Gundam. Il gioco cosi com’è si rivolge soltanto ai fan più incalliti che conosceranno tutti i personaggi presenti nel gioco, tagliando fuori tutti gli altri. Ora, se dal punto di vista grafico ci troviamo di fronte a modelli particolareggiati e molto belli da vedere, esaminare nei loro dettagli, un vero appassionato non ha altro per cui dovrebbe comprare il gioco. Purtroppo però anche qui ci sono dei problemi, perché se è vero che il roster è notevole in fatto di quantità bisogna storcere il naso per ciò che riguarda la consistenza dei mech presenti, con delle assenze ingiustificate e che se dovessero essere proposte come DLC a pagamento farebbe indignare ogni fan. Chiudiamo l’analisi tecnica per segnalare delle arene di combattimento davvero prive di dettagli, slavate e che ci danno l’idea di essere stati presi direttamente da una versione PlayStation 3 del gioco, mentre le musiche sono ovviamente quelle delle varie serie animate e quindi non potranno che fare la gioia di chi avrà il coraggio di prenderlo. Una piccola nota per ciò che concerne l’online, il cuore del gioco, tralasciando che non è stato possibile effettuare una serie di test decenti con giocatori italiani perché non ne abbiamo beccato mezzo, per il resto il tutto funziona bene con giocatori europei, poco lag ma quella sensazione di “ognuno fa quel che vuole” che non dovrebbe esserci in un videogioco dove la strategia di squadra dovrebbe prevalere.

Condividi articolo su:

Commento e voto di Roberto Bucci

Roberto Bucci
Uno dei titoli su Gundam meno divertenti e appaganti arriva in Europa, persino localizzato, e non possiamo non pensare ad un’occasione sprecata da parte di Bandai Namco. Non sappiamo perché si sia optato per questo capitolo, ma avremo gradito una traduzione di SD Gundam G Generations Genesis piuttosto, senza scomodate Super Robots Wars, invece niente ci propinano un titolo da lasciare sugli scaffali e che non riesce a divertire, se non per qualche ora nel solo 1 vs 1, a prenderci al cuore e farci sentire come se fossimo davvero nel mezzo di una battaglia in stile Gundam. Probabilmente sarebbe stato meglio sviluppare un gioco più equilibrato, con meno robot dei quali spiccasse la peculiarità, senza contare uno straccio di narrazione che possa far conoscere i vari modelli presenti anche a chi non si guarda ogni serie come il sottoscritto o comunque qualche opzione in più per chi non vive di solo online. Insomma andate d’importazione se sapete l’inglese e amate la serie.
6.0
Valutazione totale del gioco

Pro

  • Modelli dettagliati e ben animati
  • Divertente con amici o nel 1 vs 1

Contro

  • I fondali sono da PlayStation 3
  • Il sistema di lock-on e difesa è da rivedere
  • Mancano Gundam importanti e il roster presente è poco caratterizzato

Lascia un Commento

Registrati
Questo sito utilizza anche cookie di profilazione di terze parti. Per la loro gestione consulta l'informativa estesa.   CHIUDI