Animal Crossing: Pocket Camp – Un campeggio per iOS e Android
Recensione

Animal Crossing: Pocket Camp – Un campeggio per iOS e Android

Dopo Pokémon Go! e Super Mario Run, è giunto il momento di uno dei titoli più attesi di Nintendo per il settore mobile: Animal Crossing: Pocket Camp è arrivato contemporaneamente su dispositivi iOS e Android. Riuscirà ad attirare l’attenzione degli amanti della vita alternativa proposta da Nintendo? Le avventure di Animal Crossing arrivarono per la prima volta su Game Cube, anche se il progetto era quello di far uscire il gioco su Nintendo 64, per poi approdare su Nintendo DS, Wii e, in ultimo, Nintendo 3DS. C’è da dire che il titolo ha sempre riscosso molto più successo nella sua versione per console portatili, vista l’immediatezza dello stesso e la possibilità di accedervi in qualunque luogo e a qualsiasi ora senza necessariamente connettersi allo schermo TV. Assecondando questo spirito, Nintendo ha deciso di far approdare sugli store per smatphone e tablet, questo Animal Crossing: Pocket Camp. Ci sono differenze con la serie principale, ma dobbiamo dire che, da subito, ci siamo trovati a nostro agio.

Un campeggio tutto da costruire

In primo luogo, così come accade nella serie originale, saremo chiamati a creare il nostro alter ego virtuale che esteticamente ricalca i soliti cliché della serie, proponendo un personaggio adorabile e modificabile tramite l’ottimo editor presente nel gioco. La differenza più evidente rispetto a quanto conosciuto su Animal Crossing finora, è data dal fatto che qui non dovremo gestire un villaggio o esserne il sindaco, così come accade nel New Leaf per Nintendo 3DS, bensì saremo chiamati a gestire un campeggio. Inizialmente dovremo decidere che tipologia di campeggio vorremo amministrare, il che andrà ad incidere sull’estetica iniziale dell’ accampamento stesso. Fatto questo partiremo subito con il nostro camper (che ricoprirà un ruolo sempre più importante) per giungere nella zona in cui sorgerà la nostra attività, per il momento ancora spoglia. Lì sarà presente la simpaticissima Fuffi che, come al solito, ci istruirà sulle funzioni principali del gioco ed interverrà anche in seguito ogni volta che ci sarà qualcosa di nuovo da fare. Coloro che hanno già giocato ad Animal Crossing nelle sue altre incarnazioni si troveranno subito a proprio agio anche se alcune innovazioni, adatte prettamente al mondo mobile, sono state inserite. I personaggi principali della saga, come la già citata Fuffi o Mirco e Marco o Alpaca o Merino, sono tutti presenti e porteranno la propria esperienza anche in questo mondo. Andiamo con ordine.

Tanti amici

Uno degli elementi principali su cui si basa il gioco, è il livello di amicizia che il protagonista dovrà instaurare con i vari personaggi. Questi si suddividono in due categorie, quelli PNG, che compongono l’ecosistema di Animal Crossing, e quelli reali, che altro non sono che gli utenti ‘umani’ del gioco. Con i primi bisognerà colloquiare e portare a termine diverse sfide in modo da convincerli a venire a visitare il nostro campeggio incrementando, così, il grado di amicizia con que singolo personaggio. Con i secondi, gli utenti ‘veri’ del gioco, sarà necessario instaurare un’amicizia, e andare a visitare il loro campeggio. Le sfide, in questo caso, sono indentificate dal fatto che bisognerà far loro dei complimenti, oppure, come già accennato prima, visitare il loro campeggio. Gli amici reali potranno essere aggiunti man mano che si incontreranno durante il prosieguo del gioco, oppure aggiungendoli tramite il codice amico, che si potrà copiare e inviare tramite il sistema di messaggistica presente sul proprio cellulare. Insomma, l’elemento social, diventa, in questa versione mobile di Animal Crossing, una componente importante ai fini del gioco stesso. Per esempio nella bancarella di ogni giocatore potrete trovare oggetti che vi servono, oppure altri potrebbero trovarli da voi, iniziando, così, un commercio di oggetti rari con cui racimolare denaro. A tal proposito, esistono due tipologie di moneta: i biglietti foglia, che potranno essere acquistati con soldi reali o vinti tramite la risoluzione di alcune sfide, oppure le stelline, che serviranno per ordinare la maggior parte degli oggetti. Vogliamo subito sottolineare come le microtransazioni per acquistare i biglietti foglia (che servono per comprare oggetti speciali) non siano necessarie effettivamente per l’economia del gioco, visto che basterà avere un po’ di pazienza, vincere le sfide, e accumularne a sufficienza per sbloccare gli oggetti più rari.

Sfide di tutti i giorni

In effetti, anche il sistema di gioco prevede che il protagonista faccia uso di uno smartphone, con il quale potrà effettuare diverse operazioni. Sono presenti le notifiche, il fermoposta, nel quale verranno raccolti tutti i premi ricevuti dalle varie sfide, la già citata bancarella, utile per rivendere i propri oggetti agli altri utenti, decidendone persino il prezzo (solo in stelline, sia chiaro); ancora, il catalogo per selezionare gli oggetti da ordinare a Merino, gli utenti che hanno fatto richiesta di amicizia o che ci vogliono aggiungere con il relativo codice e l’elenco delle sfide giornaliere, utile reminder su quello che dovremo compiere durante la giornata. Le sfide varieranno tutti i giorni, anche se, sino ad ora, non ci si sposta molto dal raccogliere un determinato frutto, fare i complimenti a qualcuno per il campeggio, trovare un particolare insetto o pesce e via discorrendo. Ovviamente tutte queste missioni porteranno a ricevere dei premi che andranno ad accumularsi nei nostri oggetti. Si tratta di stelline, oppure materie prime con le quali richiedere gli oggetti presenti nel catalogo. Il funzionamento è semplicissimo: basterà scegliere un oggetto, controllare di avere abbastanza materiali e stelline e chiamare Merino per commissionare il prodotto in questione. Da questo momento bisognerà attendere che il tutto venga preparato; una volta pronto bisognerà posizionarlo nel campeggio. Gli oggetti hanno una doppia valenza: in primo luogo sono una manna per gli amanti dei collezionabili, in secundis, serviranno per sodddisfare le richieste dei vari PNG, in modo che possano convincersi di visitare il nostro campeggio. Basterà infatti consultare la rubrica dello smartphone virtuale per contattare gli altri personaggi e vedere di quali esigenze hanno bisogno. Si tratta di un’altra caratteristica ben applicata, che riesce a dare proprio la sensazione di avere a che fare con tutto il mondo di Animal Crossing: Pocket Camp. Lo stesso sistema di ordine degli oggetti, ricorda molto da vicino l’azione che facciamo ogni volta che si compra qualcosa online, con tanto di corriere che ci porterà il pacco.

Un mini – mondo tutto nuovo

Il comparto grafico di Animal Crossing: Pocket Camp è il medesimo che abbiamo imparato a conoscere e apprezzare nelle altre versioni del gioco. Personaggi semplici ma irresistibili, ambientazioni rilassanti e un mini – mondo a nostra disposizione, faranno in modo che il giocatore possa veramente trovare una piccola isola felice accedendo all’applicazione. Il mondo non è interamente esplorabile, ma suddiviso in zone, raggiungibili tramite il camper. È presente la piazza mercato, il garage OK Motors, nel quale si potrà modificare il proprio camper (che va a sostituire l’agenzia immobiliare di Tom Nook), e altre location nelle quali si potrà pescare o catturare insetti, in perfetto stile Animal Crossing. C’è da scommetterci, poi, che gli oggetti andranno ad incrementarsi con il passare del tempo e con gli aggiornamenti che arriveranno. Come dimenticare poi le simpaticissime vocine dei personaggi e la musica lieve che accompagna ogni nostra azione?

Galleria Immagini

Pro

  • E' Animal Crossing! E' mobile!
  • Tantissimi oggetti da collezionare
  • Diverse funzioni social
  • Tante opportunità di gioco

Contro

  • Mondo un po' limitato, per ora

Conclusioni

Non vogliamo girarci troppo intorno: se amate la serie di Animal Crossing, questo Pocket Camp è un titolo validissimo. Inizialmente non ci sarà molto da fare, ma c’è da scommetterci che, con il passare del tempo, arriveranno tanti nuovi aggiornamenti, oggetti e personaggi. Perché Nintendo, da quando si trova nel settore mobile, è da sempre attiva e presente per incontrare le esigenze dei giocatori. Il gioco è totalmente gratuito, anche se sono presenti delle microtransazioni per acquistare i biglietti foglia, anche se non sono effettivamente necessari. Provatelo, ne vale davvero la pena, anche se rischierete di stare ancora più tempo incollati allo schermo dello smartphone.

8.0