LEGO Marvel Super Heroes 2 – I mattoncini devono rinnovarsi
Recensione

LEGO Marvel Super Heroes 2 – I mattoncini devono rinnovarsi

La formula dei titoli del brand Lego ha sempre funzionato, negli ultimi anni però sembra che Warner abbia iniziato ad abusarne e ogni titolo sembra più simile a sé stesso. Come se fosse un genere che ormai non ha molto da dire e nel suo gameplay riesce a cucirci ogni personaggi, ma senza dargli il giusto riconoscimento. Le eccezioni ci sono ovviamente, ma tra la qualità di un City Undercover e quella dettata dal carisma dell’eroe o serie televisiva a cui s’ispira la maggior parte si perde, un po’ come i videogiochi del genere musou. LEGO Marvel Super Heroes 2 è quindi arrivato sulla nostra scrivania senza darci grande aspettative e non ponendosi come un nuovo metro di paragone per la serie. I programmatori di TT Games hanno bisogno di una pausa e sicuramente di iniziare a rivedere una formula che se per anni li ha premiati adesso inizia a sentire il peso della ripetitività. Andiamo però a vedere perché questa volta gli eroi della casa delle meraviglie non sono riusciti a conquistare il nostro cuore.

Oltre i vendicatori il nulla cosmico

La storia del titolo verte sul malvagio Kang che desidera conquistare tutti i mondi conosciuti, come sempre però a fermare i suoi piani malvagi ci penserà una sfilza di eroi della Marvel, e con 230 personaggi giocabili (compresi i cattivi) troverete per forza quello adatto a voi. La trama banale è il pretesto per creare livelli diversi, con mondi che si fondono e danno vita a location ben diversificate e ispirate tra loro, condite dal solito umorismo che caratterizza la serie e l’autoironia che pervade i dialoghi dei personaggi. Una struttura di gioco però identica a quella classica, con un gruppo di personaggi che dovremo usare per avanzare nei livelli, sfruttando le loro abilità principali, fino al boss di turno. Le uniche novità sono l’assenza del game over e il dover battere i villian più carismatici non a suon di botton smashing ma attraverso appositi strumenti nascosti nel livello. Le soluzioni, apparentemente buone sulla carta, risultano invece piatte e prive di esistere se non per abbassare ulteriormente il livello di difficoltà. Gli enigmi che troveremo lungo la nostra avventura sono ormai cosi ripetitivi che è difficile pensare che il team di sviluppo non si sia degnato nemmeno di aggiungere qualche cosa inedita, mentre i combattimenti sono piatti e come al solito si limiteranno a noi che premiamo un pulsante. Anche le boss fight sono peggiorate, perché se è vero che adesso è necessario cercare uno strumento in grado di battere il nemico, invece di prenderlo a pugni ripetutamente, è anche vero che nei fatti il tutto si traduce in un semplice distruggere ogni oggetto presente nel livello finchè non sbucherà fuori l’item tanto cercato. Una volta terminata la quest principale avremo accesso al vero e proprio open world, caratterizzato però da uno stile molto “cazzeggio finchè non mi annoio” vista l’assenza di missioni, oltre qualche inutile sfida. Per cercare di mettere un po’ di vita a un progetto che non ne mostra praticamente mai TT Games ha anche aggiunto delle modalità extra per il multiplayer come le battaglie tra 4 giocatori, carine per spezzare il ritmo ripetitivo che offre il prodotto ma nulla di più.

Il ragno non tesse più come una volta

Purtroppo la formula della serie Lego ha stancato e questo LEGO Marvel Super Heroes 2 mostra tutti i difetti di un titolo che punta sulla quantità di personaggi presenti, dimenticandosi la qualità. I livelli presentano come da tradizione molti segreti o zone nascoste alle quali si accede solo grazie ai poteri di una determinata categoria di personaggi, questo si traduce nel solito backtracking assurdo per sbloccare qualcosa che ha decisamente perso il suo fascino. Senza contare quindi la ripetitività delle azioni, la semplicità di tutto il gioco e anche dei puzzle, le sessioni e i mondi di gioco completamente slegati tra essi e senza senso, come la trama, il risultato non può che essere mediocre. Aggiungeteci che su PlayStation 4 la grafica non brilla, è priva di dettagli e caricamenti assurdi, con un motore che dimostra la sua età, non potete non vedere anche voi un brand che necessità di una rivoluzione in fase di produzione e concettualità.

Pro

  • 230 personaggi sono tanti...

Contro

  • ...ma si riducono a una manciata di sottocategorie
  • Ripetitivo, semplice e noioso più del solito
  • Tecnicamente povero di dettagli e animazioni
  • Formula di gioco non più adeguata

Conclusioni

TT games ha realizzato un titolo mediocre, perché tra pro e contro è indubbio che questo LEGO Marvel Super Heroes 2 può far felici solo i giovanissimi fan del mondo Marvel e basta. La serie necessità di molti miglioramenti, novità sostanziali e concrete e l’aggiunta di un nuovo engine grafico. Il nostro consiglio è quello di attenderne il calo di prezzo per poi comprarlo e giocarci con i vostri vigli o nipoti, senza spendere le cifre richieste al day one che sono fuori mercato vista la pochezza dell’offerta ludica.

6