Street Fighter V Arcade Edition: Ora i lupi solitari hanno ciò che chiedevano
Recensione

Street Fighter V Arcade Edition: Ora i lupi solitari hanno ciò che chiedevano

  • Versioni: PC PS4
  • Street Fighter V è uscito circa due anni fa e lo abbiamo promosso a pieni voti grazie al suo sistema di combattimento ben bilanciato, appoggiando anche la scelta di Capcom di realizzare un titolo orientato fortemente all’eSports e di conseguenza al multiplayer. Purtroppo in molti si sono lamentati della mancanza della modalità arcade e di altre caratteristiche dedicate al single player, cosi il titolo ha da sempre avuto una reputazione che non meritava. Ora non staremo qui a sindacare su redattori di altri siti, ma se giochi appositamente pensati per il multiplayer come Overwatch, per fare un esempio, ricevono tanti voti positivi nonostante non ci sia una sola modalità per l’offline, che differenza c’è se un titolo coraggiosamente decide di puntare al futuro, quindi alla competizione e gli eSports? Bhè dopo la shit storm subita da Capcom abbiamo capito che l’arcade mode sembra davvero indispensabile per alcuni, che ovviamente sono troppo pippe per giocare contro altri giocatori e preferiscono mettersi contro la CPU ovviamente a livello di difficoltà 1. Detto questo, l’Arcade Edition è un aggiornamento gratuito che tutti coloro che hanno già il titolo possono scaricare, mentre da oggi chiunque vorrà comprare Street Fighter V troverà negli store online soltanto questa versione che per loro, i nuovi acquirenti, comprende la season 1 e 2 comprensiva quindi di tutti i DLC. Le novità però non sono soltanto nell’introduzione dell’arcade, questo nuovo update ha molto da dire e se già prima il titolo era eccellente adesso è davvero il Re dei picchiaduro.

    Trentanni di storia tutta da rivivere

    Partiamo da ciò che dà il titolo a questa nuova versione del gioco, ovvero l’arcade mode, che si presenta con una modalità inedita e che serve a festeggiare il trentesimo anniversario dall’uscita del brand. Cosa significa tutto questo? Semplice,  all’inizio del menù potrete scegliere quale storia dei sei capitoli presenti (dal primo Street Fighter fino all’ultimo) volete affrontare, dopo potrete selezionare il vostro personaggio soltanto tra quelli presenti o associati a quel capitolo e infine affrontare la solita sfilza di avversari per poter visionare il finale che viene rappresentato in una serie di disegni. Oltre 200 finali a disposizione associati a ogni capitolo, come anche le musiche che ascolteremo, oltre le classifiche di ogni sezione connesse a internet e che permetteranno ai migliori giocatori di ricevere come premi alcuni titoli unici. Insomma siamo di fronte al meglio che si possa desiderare per ciò che concerne l’arcade, con ore e ore di gioco, andando ben oltre ogni aspettativa e richiesta dei fan. Certo, sono passati due anni ma ragazzi ne vale la pena anche solo per rivivere la storia di questo franchise attraverso la grafica mozzafiato di questo quinto capitolo. Ovviamente dimenticatevi di avere le meccaniche di gioco di ogni episodio, affrontando ad esempio la serie dedicata a Street Fighter 3 non avrete quel sistema di combattimento, adesso non chiediamo troppo. Oltre a questo già ricchissimo contenuto che dovrebbe finalmente fare contenti tutti i lupi solitari che odiano l’online, Capcom ha anche inserito una modabilità Extra Battle attraverso la quale potremo affrontare una serie di sfide sempre varie e con diversi personaggi anche non giocabili, come i soldati di M.Bison o gli scagnozzi di Abigail, dove accumuleremo punti esperienza per alzare il nostro livello (serve solo a sbloccare titoli per fare i fighi online), la famosa moneta di gioco attraverso la quale comprare colori, costumi, icone ecc ecc nell’apposito negozio ma specialmente costumi esclusivi come quello di Viewtifull Joe per Radish o Captan Commando per Guile, che ovviamente non troveremo nel negozio ma dovremo sudarceli. Questi eventi però non sono sempre disponibili e infatti vanno a sostituire le missioni settimanali che la società di Osaka ci proponeva per racimolare i Fight Money, tenete quindi d’occhio la sezione e non mancate il soldato d’oro che se sconfitto vi regalerà una montagna di moneta di gioco. Insomma un grandissimo passo in avanti per ciò che concerne la selezione e scelta delle modalità dedicate al giocatore meno appassionato della competizione, nulla a che vedere con lo squallido Survival lanciato 2 anni fa e che praticamente nessuno a mai terminato se non con il proprio main, visto l’elevato livello di difficoltà unito ai bonus tutti casuali e la lunghezza davvero esagerata. Cambiano invece le Sfide, con le quali impratichirsi con le combo di gioco, cosa doverosa visto che oltre ad aggiungere delle modalità di gioco la vera novità di questo Arcade Edition e il gameplay più ricco del precedente.

    Nel cuore della lotta troverete sempre la verità

    Se per alcuni l’introduzione delle nuove modalità di gioco è come il desiderio che si avvera, in realtà è il gameplay di questa versione di Street Fighter V che rappresenta la quinta essenza dell’ultima fatica Capcom. In questi ultimi due anni abbiamo visto diversi Pro Players vincere sia la Capcom Cup che l’Evo, mai infatti come questa volta il titolo è stato cosi bilanciato da non avere i soliti nomi in cima al podio sempre. Ovviamente ci sono i mostri sacri come Tokido, ma molti giocatori che sul quarto capitolo la facevano da padrone sono spariti dai piani alti e questo ha portato a una grande concorrenza. Oltre a vari buff e nerf che saranno da verificare con il tempo, per tutti i personaggi del roster, la più grande introduzione è senza dubbio la seconda V-Trigger e la possibilità di scegliere quale usare prima di uno scontro. Inutile dire che questa caratteristica apre un mondo nuovo di strategie da andare a provare e che senza dubbio spinge il titolo a un tatticismo maggiore rispetto a prima, se a questo aggiungiamo che la modalità allenamento è stata migliorata con l’introduzione della resa visiva dei frame (con i lottatori che diventano rossi e blu secondo quale sia in vantaggio) potrete constatare come nonostante tutto Capcom non abbia distolto lo sguardo da quello che era il suo obiettivo sin dall’uscita del gioco due anni fa, dare l mondo degli eSports un titolo valido e duraturo. Se poi le prime due season di personaggi aggiuntivi tramite DLC non hanno fatto del tutto la felicità dei giocatori è innegabile che la terza stagione che si apre con Sakura ha una serie di lottatori che tutti non vedono l’ora si uniscano al roster, e non parliamo solo di Sagat o Blanka ma anche del misterioso nuovo grabbler G. Anche per l’online non si sono risparmiati negli uffici di Osaka e quindi ecco che potrete cimentarvi con una squadra di amici o perfetti sconosciuti in combattimenti al meglio del team, dove a vincere sarà chi riuscirà a eliminare tutti i componenti dell’altra squadra.

    Pro

    • La modalità Arcade definitiva
    • Bellissime le nuove V-Trigger
    • Ottimo il nuovo sistema per fare Fight Money
    • Divertente il Team Battle

    Contro

    • Avremmo preferito una rivisitazione totale del Survival

    Conclusioni

    Per tutti coloro che hanno già Street Fighter V questo aggiornamento gratuito non può che rappresentare una graditissima aggiunta, che non solo va a perfezionare la sezione dedicata al single player del gioco ma la rende la più ricca mai vista per un capitolo della saga, e non solo. Resta il rammarico per chi ha il gioco da due anni, e ha anche comprato le prime due seasons, di vedere che per i nuovi acquirenti il prezzo è davvero molto basso e i personaggi tutti disponibili con un grande risparmio. Insomma un pò di soldi ce li sentiamo essere stati “rubati” da mamma Capcom, speriamo solo che il nuovo sistema del doppio trigger e il bilanciamento fatto alla lunga non risultino andare a rendere meno bilanciato e divertente il titolo. L’acquisto per chi non avesse ancora il gioco è caldamente consigliato, resta il migliore nel suo genere sia su PC che su PlayStation 4, mentre per tutti i vecchi possessori che hanno abbandonato il titolo da tempo è giunto il momento di rispolverarlo, l’Arcade Edition per voi è gratis e potrebbe essere l’occasione giusta per innamorarsi di questo picchiaduro e non disinstallarlo più.

    9,0 1