Saint Seiya: Cosmo Fantasy – Anche su mobile la qualità latita
Recensione

Saint Seiya: Cosmo Fantasy – Anche su mobile la qualità latita

Sin da piccolo ho sempre amato i Cavalieri dello Zodiaco e un loro videogioco non poteva che essere il raggiungimento dell’unione di due dei miei amori. Purtroppo su Super Nintendo non ho mai avuto soddisfazioni degni di nota, mentre per un breve periodo grazie ad appassionati e il Mugen nutri qualche speranza. Poi è arrivata Atari che commissiono un picchiaduro ai ragazzi di Dimps, non che fù il coronamento di un sogno ma almeno avevamo qualcosa di giocabile. Purtroppo però i Saint Seiya hanno sempre avuto dalla loro la fama di ogni tie-in, mediocri e poco più, senza riuscire mai a levarsela di dosso. Oggi che su mobile fanno ogni genere di titolo e il  95% è spazzatura per emergere serve davvero molto oltre a un nome importante, ecco perchè le speranze verso il titolo di Bandai Namco erano tante e come vedremo, mal riposte.

In attesa della serie prequel rinfreschiamoci la memoria

Essendo un titolo mobile le scelte del sistema di gioco non sono state certo tantissime e cosi i programmatori si sono buttati su un classico titolo dove acchiappare tutti i cavalieri è lo scopo supremo, attraverso quello che è un gioco di ruolo basato sulle carte. Inizialmente ce ne verranno date un pò, poi ovviamente dovremo comprarle di tasca nostra, in tutti i sensi. Il sistema di gioco è semplicissimo, dovremo schierare cinque cavalieri sul tavolo che in base alle caratteristiche fungeranno da tank o attaccanti puri, in base anche a come li posizioneremo, e combatteranno in automatico contro i vari nemici delle missioni a cui parteciperemo. L’unica cosa che potremo fare in questa fase sarà attivare il colpo speciale di uno dei nostri quando la sua barra sarà stata riempita, ed ovviamente anche questa va in automatico. Come in tutti i giochi simili potremo personalizzare le nostre carte e cercare il team più affiatato, ma sarà indispensabile trovare quelle più rare, leggendarie e con le statistiche più potenti per dirsi davvero soddisfatti. Purtroppo come potete immaginare il titolo ha un limite di partite giornaliere, come da prassi, e come è normale oggi come oggi se avete tanti soldi da buttare potete facilmente scavalcare questo “ostacolo” e riempirvi velocemente il “mazzo” di cavalieri potenti e rari. Insomma le microtransazioni non sono obbligatorie se avete TANTA pazienza, ma il pay-to-win è dannatamente forte. La parte tecnica è purtroppo quella più dolorosa, perchè Saint Seiya: Cosmo Fantasy dopo mesi dall’uscita in madre patria e una settimana negli store europei risulta un titolo ancora ingiocabile, pieno di crash e noioso riavvi. Per fortuna adesso si scarica ed installa velocemente, pensate che al lancio anche questa operazione basica era un problema.

Pro

  • Ci sono tutti i cavalieri

Contro

  • Ingiocabile
  • Pochissime partite giornaliere gratuite

Conclusioni

Saint Seiya: Cosmo Fantasy è un copia e incolla di mille altre giochi simili su mobile, ma ci sono i cavalieri e questo gli darebbe davvero una spinta notevole. Per i fan non sarebbe nemmeno un grande problema il fatto che le microtransazioni siano cosi invadenti, mentre il limite davvero ridicolo di partite che si possono fare al giorno è meno digeribile. Resta purtroppo un’app piena di difetti, instabile e che vista la qualità generale molto mediocre non necessita di essere presa in considerazione, specialmente se siete amanti dell’opera di Kurumada.

3