Naruto Shippuden: Ultimate Ninja Storm Revolution – Provato
Anteprima

Naruto Shippuden: Ultimate Ninja Storm Revolution – Provato

Preciso come un orologio svizzero, anche quest’anno il nuovo capitolo della serie di picchiaduro ‘Ultimate Ninja Storm’ si prepara a invadere i negozi.
Per chi non lo sapesse, premettiamo subito che ogni nuovo titolo di questo brand, sviluppato dai ragazzi di CyberConnect2, è basato sul manga ‘Naruto’ ideato da Masashi Kishimoto.
Abbiamo provato una breve dimostrazione, scaricabile su ogni piattaforma supportata dal titolo, ovvero Xbox 360, PS3 e PC.
Andiamo quindi a parlare di Naruto Shippuden: Ultimate Ninja Storm Revolution in questo articolo, cercando di capire se e come questo titolo, distribuito come al solito da Namco Bandai, abbia provato a differenziarsi dai predecessori.

Naruto Shippuden: Ultimate Ninja Storm Revolution

Stessa spiaggia, stesso mare

La dimostrazione permette di visualizzare un trailer del titolo, effettuare scontri online contro altri giocatori e prevede, ovviamente, una modalità arcade in cui, scelto uno dei quattro personaggi selezionabili, affronteremo in successione gli altri tre.
Detto questo, precisiamo che il gameplay di questo nuovo ‘Ultimate Ninja Storm’ si basa pesantemente su quanto già visto (e rivisto) in passato.
Rimangono invariate meccaniche quali l’accumulare chakra, ovvero l’energia che potremo sfruttare per eseguire differenti tecniche ninja, a patto di premere in successione una combinazione di due o più tasti.
Inalterata è anche la presenza della parata e della tecnica della sostituzione. Quest’ultima, come negli ultimi capitoli della serie, ha un numero di utilizzi limitato e va di conseguenza gestita con parsimonia, altrimenti ci ritroveremo alla mercé del nostro avversario, che potrà facilmente completare combo o stordirci.
Possiamo, senza grandi sorprese, sferrare attacchi semplici in corpo a corpo, premendo un apposito tasto, oppure eseguirne in successione per effettuare delle combo, a patto che i colpi inferti vadano a segno.
Come era logico aspettarsi, sarà nuovamente possibile avere al proprio fianco dagli uno ai due alleati, che si potranno periodicamente richiamare al proprio fianco come unità di supporto temporanee.
In sintesi, la maggior parte delle meccaniche di gameplay presenti da sempre nella serie rimangono per lo più inalterate, salvo alcune variazioni piuttosto evidenti di cui parleremo in seguito.

Parola chiave: innovazione

A differenza dei precedenti capitoli, in questo nuovo titolo i cambiamenti introdotti, seppur non alterino lo scheletro su cui si basa il brand, risultano sicuramente più marcati.
Una delle più grandi variazioni è stata apportata alla gestione della tecnica suprema e quella del risveglio.
All’inizio della modalità arcade, nella dimostrazione, viene infatti posta una scelta al giocatore, che dovrà decidere se affidarsi ad una tecnica suprema, a quella del risveglio oppure alla possibilità di cambiare dinamicamente stile, da offensivo a difensivo, nel corso della battaglia.
Nello specifico, scelto quale stile utilizzare, questo sarà sbloccato ed utilizzabile durante lo scontro solo quando il nuovo ‘indicatore storm’ sarà carico al massimo. In questo caso, in base al tipo di stile scelto, potremo o utilizzare una tecnica premendo la stessa combinazione di tasti vista, nei capitoli precedenti, per la tecnica suprema, oppure utilizzare un’altra combinazione per eseguire una versione più potente e dispendiosa di energie della prima tecnica.

Naruto Shippuden: Ultimate Ninja Storm Revolution

L’indicatore storm, in modo del tutto logico e piuttosto prevedibile, andrà a riempirsi quando infliggeremo o subiremo danni, rendendo questi particolari attacchi non utilizzabili sin dall’inizio del match.
Se per quanto riguarda la tecnica suprema e quella del risveglio la differenza tra i due attacchi sbloccabili sta principalmente nella quantità di danni inflitti nel primo caso, o nel tipo di risveglio nel secondo, il ‘tipo attacco’ risulta invece ben più versatile.
Da una parte ci permette infatti di cambiare il tipo di strategia adottata dai nostri alleati, potendo passare da una offensiva ad una difensiva e viceversa, dall’altra ci permette di sigillare temporaneamente i poteri avversari, ovvero le tecniche che dipendono dall’indicatore storm.

Terminata la panoramica su queste tre nuove tipologie di stili di combattimento, passiamo infine alle novità che sicuramente avranno maggiormente colpito i veterani della serie.
Prima di tutto, sarà possibile effettuare un attacco per spezzare la guardia del nostro avversario, premendo la freccia direzionale in avanti e se l’attacco andrà a segno potremo stordirlo.
Inoltre potremo sferrare contrattacchi, premendo contemporaneamente due specifici tasti, che se effettuati col giusto tempismo, ovvero quando il nemico sarà in procinto di colpirci, lo stordiranno.
La particolarità di queste due tecniche è che, come specificato, lasciano il povero malcapitato completamente senza difese.
Fortunatamente questi attacchi saranno utilizzabili sono un numero limitato di volte, di conseguenza dovrebbe essere difficile abusarne in modo eccessivo, ma il dubbio per adesso rimane.

Naruto Shippuden: Ultimate Ninja Storm Revolution

Cosa dobbiamo aspettarci?

Di positivo, in questa dimostrazione, c’è sicuramente il fatto che il gameplay rimanga sostanzialmente fedele a quello a cui la serie ci ha abituati, con tanta azione ed una buona fedeltà all’opera cartacea.
La possibilità di poter scegliere differenti stili di combattimento, al tempo stesso non permettendo ai giocatori di abusarne immediatamente ma di dover aspettare che un indicatore sia completamente carico, renderà molto probabilmente il titolo più bilanciato e introdurrà nuovi tecnicismi che i veterani potranno imparare a padroneggiare.
L’unica perplessità riguarda la finestra in cui il giocatore è vulnerabile, nel caso in cui riceva un attacco spezza guardia o subisca un contrattacco, che ci è sembrata ampia e che potrebbe portare ad una monotonia negli scontri, dove i giocatori potrebbero puntare eccessivamente su queste due tipologie di attacchi.
C’è da dire che, dato che richiedono un certo tempismo ed avendo un numero di utilizzi limitato, sicuramente CyberConnect2 ha provato a rendere bilanciate queste due nuove meccaniche. Al tempo stesso speriamo che risultino appaganti se padroneggiate, ma non eccessivamente potenti, creando così scontri bilanciati.
Sarebbe un peccato, infatti, castrare in questo modo un titolo che sembra voler portare innovazioni ad una serie che, solitamente, ha sempre puntato sul solito gameplay vincente senza rischiare troppo.
Queste, però, sono solo supposizioni, solo il 12 settembre potremo effettivamente capire quanto questo titolo valga e se l’enfasi posta su alcune delle nuove meccaniche sia più o meno meritata.
Vi ricordiamo infine che Naruto Shippuden: Ultimate Ninja Storm Revolution, sarà disponibile nei negozi per Xbox 360, PS3 3 PC.