Saint Seiya: Soldier’s Soul – Anteprima
Anteprima

Saint Seiya: Soldier’s Soul – Anteprima

E’ senza dubbio una delle serie a cui sono maggiormente legato, ma tralasciando qualche progetto amatoriale visto secoli fa su Mugen non ci sono mai stati titoli di grande qualità sui Cavalieri dello Zodiaco. La saga però continua ad essere spremuta peggio di un limone dal suo creatore, generando spin-off, visioni alternative come quel film disastroso e pseudo sequel di vario tipo. Dopo Omega è stato pubblicato un nuovo seguito ufficiale per le battaglie avvenute dopo la guerra con Hades, al momento in cui scriviamo ancora in corso di pubblicazione, e proprio a questa opera che Bandai Namco ha deciso di dedicare un nuovo videogioco,  Saint Seiya: Soldier’s Soul. E i fan come me hanno iniziato a sudare freddo.saint-seiya-gamesnote (2)I cavalieri resuscitati in gelide terreLa trama della nuova serie Soul of God è curata niente meno che dallo stesso Masami Kurumada e vede tornare in vita ad Asgard i cavalieri d’oro, richiamati da un malvagio e potente nuovo nemico che ha bisogno di risucchiare la loro energia per conquistare il mondo. La particolarità di questa saga è che grazie al sangue, lacrime o oggetti della dea Athena i nostri eroi potranno risvegliare un potere anche più immenso di quello del settimo senso, ottenendo in questo modo delle versioni ancora più potenti e oseremmo dire pacchiane visto il loro design delle loro armature. Tralasciando la trama che nel gioco non sarà fondamentale o almeno si spera non verrà riportata in maniera cosi noiosa come successo in Brave Soldiers, quello che conta è che visto il numero ridotto di guerrieri disponibili nella serie, ovvero i 12 cavalieri d’oro e i sei di Asgard più il mega cattivone, i programmatori hanno pensato di inserire non solo i 5 leggendari cavalieri di bronzo ma anche tutti quelli apparsi nella precedente serie di Hades. Come detto in precedenza gli ultimi titoli sui Sain Seiya non sono stati indimenticabili e tra musou e picchiaduro uno contro uno la scelta dei programmatori giapponesi è caduta sul secondo genere. La base di partenza per il gameplay di Soldier’s Soul è proprio quel Brave Soldiers che tanto ci ha deluso alla sua uscita su PlayStation 3, ma che qui promette di evolversi e rendere gli scontri meno ripetitivi e più vicini a quelli visibili in una puntata dell’anime. Il fulcro di ogni incontro sarà sempre basato sul cosmo, sul caricarlo per effettuare gli appositi attacchi speciali di ogni cavaliere e se possibile risvegliare il potere ultimo per eseguire un devastante colpo finale. Sostanzialmente ci troviamo di fronte ad un mix tra quanto proposto nella serie di Dragon Ball e Naruto dei ragazzi di CyberConnect2 sebbene preferiremo fossero questi ultimi a prendere una volta per tutte le sorti di questa serie e dargli un giusto riconoscimento ludico.saint-seiya-gamesnote (12)Risveglierete il vostro cosmo?Ancora una volta i combattimenti si basano troppo sul corpo a corpo, combo e sequenze di calci e pugni con la possibilità di parare e schivare i vari attacchi al momento opportuno. La sensazione che si ha al momento è però che il titolo non si sia evoluto a livello di gameplay, riproponendo lo stesso concept del prequel senza aggiunte di rilievo, tralasciando qualche colpo in più dalla lunga distanza e la semplificazione dell’esecuzione dei colpi finali. Insomma ci troviamo di fronte ad un titolo fortemente rivolto ai fan e che non ha grosse pretese, purtroppo risultando più un update della vecchia iterazione apparsa solo su PlayStation 3 che un gioco nuovo. Non bastano poi i 60fps delle versioni PC e PlayStation 4 per salvare un progetto che avrebbe bisogno di tornare o alle meccaniche dei capitoli visti su PlayStation 2 o ad una rivisitazione totale, senza prendere come base titoli già usciti e magari dando il tutto a team ben più capaci nel genere.

Essendo grandi fan dei Cavalieri dello Zodiaco la delusione non può non essere trasmessa, perchè se da un lato sappiamo che ci divertiremmo a vedere le nuove armature d’oro e i colpi più potenti riprodotti a schermo dall’altra siamo anche consapevoli che si tratterà, salvo miracoli, di un titolo sotto la media. La realizzazione tecnica mediocre poi indicata che Saint Seiya: Soldier’s Soul  sia un titolo a basso costo di produzione sul quale Bandai Namco ha investito poco sperando di guadagnare più per il nome e fama del marchio che per l’effettiva qualità del gioco. Se le sensazioni negative saranno confermate o meno lo sapremo solo a settembre, quando il gioco giungerà sugli scaffali di tutti i negozi fisici e digitali.