The Legend of Zelda: TriForce Heroes – Provato
Hands-On

The Legend of Zelda: TriForce Heroes – Provato

Durante l’evento post E3 di Nintendo abbiamo potuto provare con mano la nuova avventura della serie Zelda in esclusiva per Nintendo 3DS. Se pensate di avere a che fare con una nuova epica storia, vi sbagliate di grosso, The Legend of Zelda: TriForce Heores stravolge il suo genere, strizzando un occhio al passato.

Collaborazione, la parola chiave Chi di voi si ricorda The Legend of Zelda Four Sword? Il titolo in questione, uscito undici anni fa su GameCube, vedeva ben quattro Link, colorati in maniera differente, collaborare nella risoluzione di enigmi attraverso i vari dungeon, affrontando i nemici e soprattutto sfruttando la connessione con GBA, in mancanza del gioco in rete. Un titolo dal quale questo The Legend of Zelda TriForce ha raccolto, a grandi mani, un’eredità che, all’epoca, ha precorso le mode cooperative online di questi anni. L’aspetto fondamentale di questo nuovo titolo, infatti, è la cooperazione con altri due giocatori in rete, con cui dovrete affrontare soprattutto complicati enigmi per avanzare nei vari livelli. I personaggi selezionabili non si limiteranno a diverse versioni di Link, ma avrete a vostra disposizione molte varietà di avatar, probabilmente personalizzabili. I tre protagonisti, come di consueto accade per i titoli targati Zelda, non potranno saltare in alto, ma dovranno per forza ‘raccogliersi’ lanciandosi verso piattaforme più elevate. In altri casi sarà indispensabile che i tre personaggi si mettano uno sopra l’altro formando un totem, che servirà per attaccare i nemici più alti o colpire le sfere che garantiranno il passaggio alla fase successiva del livello. Le armi disponibili sono le medesime che tutti gli appassionati dei titoli targati Zelda conoscono: la spada, il boomerang, l’arco e via dicendo. Gli enigmi e i puzzle diventeranno, con il proseguo dei livelli sempre più complicati e in quei casi la coordinazione con i vostri compagni d’avventura, sarà indispensabile. I puzzle, poi, si rifanno al classico Zelda-style, e, per i giocatori più navigati, sarà piuttosto familiare rapportarsi a questo sistema di gioco. Alla conclusione di ogni sezione, poi tutti i giocatori saranno chiamati a occupare un pezzo della Triforza. Altro aspetto importante è dato dal fatto che la barra energetica sarà unica per i tre i personaggi e quindi, una volta esaurita, tutti perderanno una vita, così come la conquista di nuovi cuori andrà a incrementare la medesima barra. Alla fine di ogni livello, poi, sarà presente un boss. Quello presente nel dungeon testato non sembrava essere particolarmente difficile, previo il fatto di avere compagni attenti e pronti. E, durante la nostra prova, noi non li avevamo. the-legend-of-zelda-tri-force-heroes-gamesnote (1) Comunicare online Come fare però a comunicare senza i propri compagni vicini? Semplice, Nintendo ha introdotto delle particolari ‘emoticons’ che rappresentano Link presenti sullo schermo tattile e selezionabili per indicare ai propri compagni alcune informazioni importanti, richiamarli o semplicemente per farsi una risata. Ancora non si sa se si potranno inserire messaggi personalizzati o se resteranno le Link-emoticons standard. Per un gioco comunque complicato nei livelli più difficili, servirà l’attenzione totale di tutti gli avventurieri e dovrà diventare istintivo e automatico il sistema di collaborazione, altrimenti il gioco potrebbe diventare noioso. Insomma, la cosa essenziale sarà quella di trovare giocatori che diano un sostegno sostanziale alla vostra causa. Dal punto di vista grafico, abbiamo notato come la classica visuale isometrica sia funzionale all’avventura di The Legend of Zelda TriForce Heores. Lo stile colorato riprende un mix tra Four Sword e A Link Between World, anche se in alcune sezioni abbiamo notato ambientazioni un po’ troppo spoglie. I nemici sono quelli storici della serie mentre il boss affrontato in questa prova, non ci ha entusiasmato più di tanto, ma confidiamo in Nintendo che gli altri saranno all’altezza della serie. La visuale stereoscopica è sfruttata piuttosto bene, dando un ottimo senso di profondità che servirà anche per la risoluzione degli enigmi. the-legend-of-zelda-tri-force-heroes-gamesnote (2) Commento finale Nintendo sta puntando forte sul multiplayer online e lo ha dimostrato in primo luogo con l’ottimo Splatoon e adesso con The Legend of Zelda TriForces Heores, in questo caso un titolo per Nintendo 3DS. Il gioco si baserà sulla collaborazione estenuante dei tre piccoli protagonisti guidati da amici o da sconosciuti online. Soprattutto nel secondo caso sarà necessario trovare un’alchimia con i vostri compagni d’avventura perchè gli enigmi sono sì intuitivi e familiari per gli appassionati dei giochi marchiati ‘Zelda’, ma sarà per forza necessario che anche gli altri giocatori siano sulla vostra stessa lunghezza d’onda. Adesso bisognerà sperare in una stabilità dei server, in puzzle sempre più complicati e che il titolo arrivi il prima possibile. Se volete rimanere sempre aggiornati, continuate a seguirci!

Articoli Scritto da Carlo Ziboni - Gamesnote.it

Amante fin da bambino del mondo dei videogiochi, dopo un continuo scroccare partite con l'Atari di cugini vari, ho iniziato a fare sul serio nel 1987, quando in casa arrivò il mitico NES. Inutile dire che da quel momento, per me esistevano solamente Mario e soci. Con il passare degli anni e i migliaia di giochi passati sotto le mie grinfie, ho iniziato ad avere un sentimento di tolleranza anche verso SEGA, per poi entrare nel mondo Playstation e PC. Praticamente non ho mai perso una console Nintendo da trent'anni a questa parte. Questa mia passione viscerale per i videogiochi, nata nelle sale giochi anni '80, mi ha portato a collaborare per otto anni con Spaziogames.it, mentre nel frattempo in me nasceva l'idea di creare Gamesnote.it, una piattaforma libera e indipendente.