Indossando il PlayStation VR
Hands-On

Indossando il PlayStation VR

Ormai la realtà virtuale sembra essere la strada intrapresa dalle varie aziende del settore per il prossimo futuro e in quest’ottica Sony non poteva certo farsi trovare impreparata. Il PlayStation VR è stato annunciato da mesi e le sue caratteristiche tecniche all’avanguardia lo ponevano come uno dei migliori a disposizione per il grande pubblico. Provarlo alla Milan Games Week è stato per noi un ottimo modo per capire le vere potenzialità di quello che adesso possiamo definire come un vero e proprio nuovo modo di giocare e non come, erroneamente, si pensava in passato una semplice periferica per PlayStation 4.

IL MONDO CHE NON TI ASPETTI

Il visore come era faci,le attendersi, va settato e personalizzato alla propria persona, con tre semplici passaggi che in pochi secondi ci permetteranno di entrare in un mondo virtuale. I giochi presentati ormai sono così tanti, che vanno a coprire tutti i generi, persino Tekken 7 ci permetterà di vedere il celebre picchiaduro di Bandai Namco da una prospettiva completamente diversa, questo per rafforzare maggiormente il concetto che non si tratta solo di giocare a sparatutto o giochi di guida ma che l’adattabilità è enorme. La nostra prima esperienza con PlayStation 4 è avvenuta grazie a The London Heist: Geataway, uno sparatutto in prima persona nel quale affrontavamo una missione nella quale su un furgone dovevamo scappare da alcuni nemici che c’inseguivano con moto e altri mezzi per farci fuori. Essendo la natura stessa di un abitacolo molto ristretta e dando di per se ben poca possibilità di guardarci davvero intorno a 360° poteva non essere il massimo come approccio, anche perché eravamo comodamente seduti e difficilmente ci saremmo alzati per andare chissà dove. Vista la premessa bisogna dire che il gioco ci ha invece stupito anche da questo punto di vista, grazie alla sua grande libertà di interazione: in qualsiasi momento è infatti possibile aprire lo sportello della vettura e sporgere la propria testa per guardare fuori dal veicolo e di conseguenza anche dietro. Attraverso i due PlayStation Move interagivamo con l’ambiente e potevamo usare un mitragliatore per far fuori i cattivi, caricando con l’altro quando necessario. Essendo una semplice demo non stiamo a guardare i piccoli difetti ma bisogna sottolineare come se avete giocato per anni con il Wii di Nintendo il sistema di controllo sarà immediato, se lo avete odiato bhè diciamo che il Dual Shock non è tra le opzioni di gioco. La marea di titoli presente e la loro diversificazione ci ha portato a vivere alcuni generi classici da una prospettiva davvero stupefacente, che sia stato per guidare un’astronave come in Eve Valkyrie o un piccolo sottomarino negli abissi di The Deep, il portersi girare e osservare con una profondità cosi ambia il mondo circostante per averne una percezione che nessun monitor consentirebbe ci ha fatto desiderare di portarci a casa un prototipo di PlayStation VR non appena concluso. Peccato che la Games Week non sia un posto sobrio e silenzioso e quindi viste le misere cuffie il comparto audio era quasi sempre sopraffatto da musica proveniente dall’esterno, ma la prossima volta lo proveremo in un ambiente più consono.

BRILLA TUTTO NEL VIRTUALE?

Purtroppo bisogna considerare anche alcuni aspetti che ancora non ci convincono del visore ed esattamente quelli relativi alla qualità grafica dei vari titoli. Sarà che nessuno è completo, ma nessuno riesce a mostrare un comparto estetico stupefacente come la console Sony ci ha abituati, con grafica davvero poderosa e la stessa società con la demo di Driveclub ha dichiarato che è stato effettuato un downgrade sia grafico che di vetture e di effetti particellari presenti per permettere una qualità e sensazione di velocità adeguati. Detto questo, la realtà virtuale di Sony è quella che ci ha convinto maggiormente, quella che presenta titoli di ottima qualità e di diversi generi, con la società nipponica che sembra essersi presa già il dominio del mercato, con 200 sviluppatori al lavoro su PlayStation VR e titoli annunciati che solo per il nome e richiamo già ci fanno contare i giorni che mancano alla commercializzazione di quello che sembra uno strumento indispensabile per ogni possessore di PlayStation 4.

Articoli Scritto da rspecial1 - Gamesnote.it

I videogiochi li ha scoperti con Star Force, da allora è stato amore puro. Dal 2000 recensisce giochi di ogni genere e forma, passando per tutti i maggiori siti del settore in attesa del Dreamcast 2 e il riscatto di Sega.