Fable Fortune – La recensione dell’enessimo gioco di carte
Recensione

Fable Fortune – La recensione dell’enessimo gioco di carte

Di cui nessuno sentiva il bisogno

  • Versioni: PC PS4 Xbox One
  • I giochi di carte che affollano il mercato sono tantissimi, ormai il genere non riesce nemmeno ad avere spunti di originalità e molto del fascino di un titolo si basa sul franchise a cui s’ispira. Fable Fortune è uscito da qualche settimana dall’Accesso Anticipato in cui era da lungo tempo, attraverso il quale i programmatori hanno fatto tesoro dei consigli della community e ne hanno cambiato volto spesso. E’ giunto il momento però di vedere se il giovane team Flaming Fowl Studios, piccola software house fondata nel 2016 da ex di Lionhead (storica casa che lancio Fable), è riuscito a dare quella brillantezza in più necessaria a elevare il loro prodotto sulla concorrenza o se il fascino maggiore è tutto nel cross play tra giocatori PC e Xbox One.

    Niente magia ma tante monetine d’oro

    E’ inutile negare che il successo di Fable Fortune dipenderà molto dalla fan-base del vecchio gioco di ruolo che riuscirà a raccogliere, purtroppo per Mediatonic parliamo di un brand non più popolare e che negli anni ha visto un vertiginoso declino. In un genere però che si va espandendo non si poteva certo non provare a inserirsi, cercando un prodotto semplice e intuitivo da assimilare, in modo da ampliare l’utenza di riferimento. Non c’è niente di nuovo sotto il solo, siete avvisati, si tratta di un classico gioco di carte che ha tutto quello che vi potete aspettare, da eroi con particolari abilità individuali alle carte in grado di ribaltare completamente il gameplay. Le partite in questo titolo si svolgono esattamente come in Hearthstone, con la differenza come dicevamo che avremo delle monete invece del mana e purtroppo proprio nell’attuazione della strategia di gioco che ci vedrà spendere una monetina per attirare i nemici su una nostra carta che la noia prende il sopravvento. Se nelle prime fasi può essere una tecnica utile a prendere tempo, con il suo utilizzo si forza la durata della partita stessa e spesso si perde interesse visto che la noia avanza. Uno scontro di carte non può essere cosi lungo, tedioso e basato solo sul far attaccare una carta in attesa di qualche miracolo, infondo se questa variante in titoli più blasonati ha un sistema totalmente diverso ci sarà un perché. Il problema è che non è difficile vedersi pieni di nemici e ancora non c’è una meccanica che possa ripulire il campo di battaglia velocemente, cosa che ci porterà inevitabilmente a dare perso lo scontro anzitempo, proprio per mancanza di vere soluzioni. Anche il sistema di assegnazione dei punti karma, che si possono ottenere portando a termine i vari compiti assegnati al giocatore e che possono potenziare determinate carte, non riesce a dare quel pizzico di varietà al mazzo che possa permetterci di avere quel senso di utilità che in realtà i programmatori avevano pensato potesse avere. Fable Fortune riesce a intrattenere con la sua modalità per il giocatore solitario, sebbene non presenti nessun personaggio di rilievo della saga ma ne mantiene l’umorismo e le battutine, ma non va oltre lo strappare qualche tiepida risatina. Non siamo riusciti a essere affascinati dal suo carattere, che è ciò che lo distingue dal resto dei card game, anzi purtroppo non abbiamo mai avuto l’idea di essere di fronte a un gioco appassionante e divertente, sebbene le potenzialità ci siano tutte e le modalità di gioco siano numerose e anche varie, spaziando da scontri PvP a 2v1 contro la CPU senza contare la già citata modalità per single player. Il vero problema resta sempre lo stesso, il titolo nonostante tutto è identico a ogni altro gioco del genere, dedicarvici quindi del tempo è solo questione di quanto apprezziate o meno l’universo di Fable, il suo umorismo e quel puntare sul lato morale delle persone che può cambiare la gestione di un mazzo.

    Pro

    • Atmosfere divertenti e ironiche
    • Alcune meccaniche interessanti

    Contro

    • Identico a tutti gli altri
    • Le meccaniche sono da migliorare

    Conclusioni

    Flaming Fowl Studios ha tirato fuori un gioco interessante, ma nonostante tutto Fable Fortune resta un gioco di carte identico a tutti gli altri. La vera differenza la farà quindi il vostro amore per lo stile del classico di Lionhead, tra battute e stile di ambientazione oltre ovviamente quello che sarà il supporto degli sviluppatori stessi nel lungo periodo. Purtroppo resta il difetto che alcune meccaniche portano le partite a essere troppo lunghe e pesanti, mentre dall’altro canto il cross-platform tra gli utenti PC e quelli di Xbox One ne rende la community decisamente numerosa e quindi con molte probabilità di trovare sempre gente attiva.

    7 1