Forza Horizon 4: La recensione del racing arcade definitivo
Recensione

Forza Horizon 4: La recensione del racing arcade definitivo

Il Re è tornato più in forma che mai

  • Versioni: PC Xbox One
  • Lo scorso anno Forza Horizon 3 è arrivato come un ciclone e ci ha fatto innamorare, meritandosi uno dei voti più alti mai dato dal nostro sito, da sempre molto severo e ristretto nel dare i punteggi. Un titolo che si è imposto come Re assoluto del genere arcade, un titolo colmo di pregi e pochissimi difetti che non pensavamo i ragazzi di Playground Games sarebbe riusciti a migliorare. In effetti dopo le ore macinate nella terra dei canguri anche nel corso dell’estate ritrovarci con questo quarto capitolo è stato davvero come riscoprire la bellezza di poter chiamare un gioco sequel. Se le aspettative erano ferme al consueto “more of the same” gli sviluppatori ci hanno spiazzato superandosi, migliorando tutto quello che c’era e includendo una novità che da sola rivoluzione la serie portandola a un livello al quale nessun concorrente può aspirare. Di cosa stiamo parlando? Continuate a leggere e scoprire come mai se amate i motori non potete non avere questo titolo nella vostra collezione.

    Quando i sogni diventano realtà

    L’enorme mappa di gioco ambientata in Gran Bretagna potrebbe farci pensare a un cambio radicale dell’aspetto climatico in cui andremo a gareggiare rispetto al passato, ma i programmatori non hanno cambiato solo location ma implementato un cambio di stagione dinamico. Detto in parole semplici il clima cambia e cosi girare sulla stessa pista d’inverno oppure autunno avrà un impatto reale sulla gara e sul comportamento della nostra vettura. Neve, pioggia e tutto ciò che potete immaginare le diverse stagioni possano portare con se per cambiare radicalmente ogni tracciato o aspetto della mappa. Una piccola introduzione che però rivoluziona il gioco rendendolo enorme, sfiorando realmente la perfezione se non fosse per quella dannata IA. Ma andiamo con ordine perché il corpo da avventura della serie non è cambiato, ciò che è possibile adesso (dopo un determinato punto del nostro viaggio) è sfidare giocatori online negli eventi, sostituendoli ai vari Drivatar e avendo in comune con tutti le condizioni climatiche, che cambieranno settimanalmente. Insomma non solo un titolo offline stracolmo di gare da percorrere sulle oltre 400 vetture, di oltre 100 produttori diversi, ma anche un mondo condiviso con tutti gli altri vero e proprio chiamato Vita Horizon. Purtroppo però giocare con altre persone significa anche alzare il livello di difficoltà alle sfide, per questo è consigliabile prima di tutto godersi le competizioni offline e accumulare reputazione per avanzare campionato dopo campionato, dopo potrete godervi le sfide multiplayer quanto volete, considerando anche che ogni settimana ci saranno tante competizioni diverse a cui partecipare. Ma andiamo con ordine perché oltre al clima dinamico, le stagioni che cambiano, il ciclo giorno-notte quelli di Playground Games hanno riempito all’inverosimile il titolo di gare diversificandole per genere di autovettura, ricordandovi che oltre alle potentissime Lamborghini avremo a disposizione fuori strada e quant’altro, per gare di drift, di velocità e di qualunque genere abbiate mai sognato. Inoltre nel garage avrete come sempre la possibilità di effettuare varie modifiche ai vostri mezzi, usare i punti abilità accumulati per salire velocemente di livello e personalizzare tutto ciò che il gioco mette a nostra disposizione. L’offerta ludica è incredibilmente vasta, enorme e rischieremmo di perderci se non fosse stato introdotto un sistema di avanzamento graduale che ci farà scoprire gradualmente ogni aspetto e possibilità. Insomma gli sviluppatori vi prenderanno per la manina per presentarvi ogni cosa prima di lasciarvi completamente liberi di andare a immergervi in quella che è la modalità alla quale, sicuramente, giocherete maggiormente ovvero la Forzathon Live. Pronti a fare squadra con gli altri giocatori per portare a termine i diversi obbiettivi disseminati per l’enorme mappa e accaparrarvi le ricompense più esclusive?

    La perfezione grafica è qui

    Forza Horizon 4 è un’apoteosi di gioia per gli occhi e le vostre orecchie. Un titolo che sfreccia a tutta velocità con un livello di dettaglio pazzesco, sia nelle ambientazioni che nelle vetture che ormai sfiorano il fotorealismo. Non c’è niente di più meglio per mostrare la potenza di una console se non un gioco di corse, è cosi sin dai tempi della prima Playstation e anche oggi il titolo Microsoft porta al limite alla sua macchina settando nuovi standard non solo per console. Su Xbox One X il gioco gira in due configurazioni prestabilite, 4K nativi con HDR a 30 fps oppure in 1080p con HDR e i 60 fps granitici. Ma se sul giocattolino nero il titolo si mangia tutta la concorrenza e potrà essere superato solo con la prossima generazione di console, è su PC che stupisce, rapisce e lascia con la mascella a terra. Il terzo capitolo bisogna ammettere che sui dispositivi Microsoft (tralasciando lo store che fa sempre schifo) era imbarazzante, nonostante l’adattamento dinamico il titolo era pieno di problematiche e i requisiti per giocare decentemente erano proibitivi. Insomma se molti non se lo sono filati per quell’ottimizzazione da due soldi c’era da capirli, oggi con questo nuovo capitolo è tutto diverso però. Il gioco è fluidissimo, una bomba che gira in maniera ottima e che ha un solo difetto…non è su Steam ma su quello store inutile. Fosse sul negozio di Valve venderebbe come il pane, perché è davvero il gioco definitivo. Le musiche picchiano il giusto, sono varie e sempre ottimali e vanno ad accrescere il livello tecnico del gioco, che tra i diversi rombi perfettamente riprodotti anche in relazione alla visuale di guida usata e gli effetti sonori campionati alla perfezione potremmo anche disattivare.

    Pro

    • Le stagioni dinamiche portano il livello di sfida su nuove vette
    • I contenuti sono cosi tanti che non si contano
    • Graficamente da farvi cadere la mascella

    Contro

    • E miglioriamola questa IA

    Conclusioni

    Dalle nuove console ci attendiamo un lavoro certosino per ciò che concerne l’IA avversaria, davvero vorremmo che i programmatori si concentrassero su quella dandole il giusto peso. Forza Horizon 4 è tecnicamente mostruoso, il miglior gioco di corse da guardare, il miglior gioco di corse da giocare. Mille cose da fare, tantissime novità, un gameplay solidissimo e un supporto online che non vi lascerà mai senza una gara o sfida a cui partecipare. Se amate i motori questo è il titolo che dovete avere, anche perché se è vero che si tratta di un arcade puro è anche vero che eliminando ogni tipo di aiuto non ve la caverete cosi facilmente. Finalmente un sequel degno di questo suffisso e un prodotto che da solo, per gli appassionati, vale una Xbox One X.

    9,5 1