SNK Heroines: Tag Team Frenzy – Recensione di un picchiaduro per principianti
Recensione

SNK Heroines: Tag Team Frenzy – Recensione di un picchiaduro per principianti

Da qualche parte bisogna anche iniziare

  • Versioni: PS4 Switch
  • SNK è una di quelle case che ha vissuto come tante negli ultimi anni alti e bassi, con crisi dovute al cambiamento dei gusti dei giocatori e anche di alcuni prodotti davvero di bassa qualità. Dopo l’arrivo però di Street Fighter 4 il genere dei picchiaduro è tornato fortemente in voga, con la nascita poi di un’esport professionale ricco di premi in denaro il numero di giocatori si è decisamente arricchito. Per fortuna però alcune società hanno mantenuto stabile il gameplay delle loro serie, lasciandole quindi poco user friendly, mentre altre lo hanno adattato e semplificato per cercare di ampliare la fanbase. SNK è sicuramente una di quelle che con i suoi giochi di punta non ha minimamente guardando a chi non sapesse effettuare una mezzaluna o calcolare i tempi di combo complesse, rilasciando con gli ultimi The King of Fighters prodotti davvero profondi come giocabilità. In attesa di mettere le mani sul reboot di Samurai Shodown, il cui trailer ha creato un hype incredibile nella comunità dei picchiaduro, quasi come se stesse per riproporsi ciò che accade con il quarto capitolo della punta di diamante di Capcom, lo stesso team di sviluppo si è dedicato a qualcosa di leggero. SNK Heroines: Tag Team Frenzy è un gioco di combattimento semplice, accessibile a tutti e colmo di quel fanservice che farà felice ogni appassionato di una qualunque delle eroine presenti, perché bisogna anche dire che la società nipponica ha puntato forte sul “mettiamo solo ragazze con i seni grossi”. Andiamo quindi ad analizzare questa nuova IP e vedere se si tratterà o meno di una meteora o potrà avere una propria strada in futuro.

    SNK il futuro arriverà nel 2019, ma nel frattempo…

    Bhè dobbiamo ammettere che dopo numerose ore di prova è innegabile come questo nuovo gioco sia una sorta di prova del team di sviluppo, cimentatosi in un’esperimento per farsi le ossa in vista del vero lavoro serio da fare con l’arrivo di Haohmaru e compagni. Questo però non ha impedito la realizzazione di una modalità storia, ben definita per ognuna delle 14 lottatrici, un tutorial abbastanza inutile e il VS per sollazzarsi con gli amici. L’online è invece anche più povero con ben poco a che spartire con i prodotti più recenti e la sola possibilità di giocare con altri anche in stanza fino a 8 giocatori. Se il numero di opzioni è risicato il gameplay non è da meno, considerando che il sistema di combattimento si basa su scontri due contro due, che le mosse speciali si eseguono con una semplice pressione di un tasto (ciao ciao mezze lune e combinazioni complesse di stick e pulsanti) e anche la super effettuabile quando la solita barra del meter è colma si esegue con un tasto, la sola novità risiede nelle Dream Finish, mosse combinate delle nostre due eroine che potrà mettere KO immediatamente le rivali, ma eseguibile solo se la barra energetica dell’avversaria è rossa. Insomma un mix di azione frenetica dove le tempistiche e l’esecuzione non sono necessarie per divertirsi e realizzare delle combo davvero belle e coreografiche. Anche i vari oggetti che appariranno sul ring e utilizzabili per recuperare energia o attaccare sono un’interessante trovata che va ad arricchire quello che è letteralmente un gameplay piatto e anonimo. Già, va bene se siete dei ragazzini e non avete dimestichezza con il genere in questione ma ragazzi miei se non avete voglia di sbattervi a capire come si eseguono le mosse speciali di un gioco, di calcolare lo spazio tra voi e l’avversario e capire come comportarvi lasciate perdere e datevi ad altro. Semplice. Purtroppo giocando a SNK Heroines: Tag Team Frenzy non imparerete nulla se non ad addobbare le ragazze con meno vestiti possibili, grazie alla possibilità di personalizzare ogni aspetto estetico ma anche degli effetti speciali delle mosse. Se amate il genere evitatelo, il titolo è chiaramente rivolto solo a chi ama alla follia le protagoniste, i grossi seni e insomma tutto il fanservice che colma il gioco è davvero l’unico motivo degno per comprarlo. Non ci sarebbero problemi se il prezzo non fosse cosi elevato, il numero di personaggi disponibili non fosse quello standard negli anni ’80 e ci si divertisse per più di un’oretta. Bisogna ammettere che graficamente il gioco è però molto gradevole, con uno stile unico che ci è piaciuto e un frame rate molto stabile, accompagnato da pezzi classici provenienti dalle varie serie a cui le ragazze appartengono. Vedremo in futuro se arriveranno nuove combattenti grazie ai DLC oppure il team si è già spostato sul progetto maggiore, di certo al momento il genere è ricco di titoli sia su Nintendo Switch (che con 7 euro vi regala uno qualunque dei migliori prodotti SNK) che su Playstation 4, che l’esistenza stessa di questo progetto non la capimmo all’annuncio e figuriamoci se nemmeno dopo averci giocato non ne troviamo una ragione degna.

    Pro

    • Tantissimo fanservice
    • Grafica colorata e con un buon frame rate

    Contro

    • Sistema di combattimento non pervenuto
    • Pochissime modalità di gioco

    Conclusioni

    SNK Heroines: Tag Team Frenzy è un titolo dedicato a chi ama il fanservice e adora la casa nipponica, considerando che l’unico aspetto positivo sono la gallery colma d’illustrazioni e la possibilità di vestire e addobbare ogni lottatrice con mille oggetti diversi. A livello di sistema di combattimento e combo siamo invece a livelli proprio inesistenti, un titolo che padroneggerebbe anche un bambino vista la sua estrema semplificazione delle basi stesse del genere. Se il prezzo non fosse cosi elevato non sarebbe nemmeno un prodotto da scartare, perché qualche risata e un bel po’ di divertimento lo regala anche, ma con tutti i titoli del genere in arrivo e già disponibili sprecare 50 euro per vedere le eroine SNK in mutande e reggiseno…potete farlo gratis sul tubo.

    5 1