Tekken Tag Tournament 2 Wii U Edition

  • Versioni: Wii U
  • Dal Super Nintendo in poi le console Nintendo non hanno mai goduto di un supporto adeguato per ciò che concerne il genere dei picchiaduro, con alcuni titoli che rappresentavano più l’eccezione che altro. Wii U sembra voler partire subito con il piede giusto, senza restare a guardare e lanciando sin dal giorno del lancio della macchina uno dei franchise più rinomati del genere, Tekken. Nella speranza che questo sia solo il primo di una lunga serie di giochi di lotta, non ci resta che vedere cosa propone la versione Wii U di Tekken Tag Tournament 2, già apparso su PlayStation 3 e Xbox 360.

    Non manca proprio nessuno alla gran festa

    A differenza della serie principale, quella dei Tag rappresenta una vera e propria festa dove quasi tutti i personaggi visti in Tekken prendono parte per darsele di santa ragione senza un motivo particolare o del tutto demenziale, come i numerosi filmati di gioco mostreranno. Sebbene si tratti di produzioni appositamente sviluppate per i fan della saga e con molti elementi più adatti ai collezionisti, il team di sviluppo non si è certo sprecato nella realizzazione di un gameplay che potesse essere al passo con i tempi. Le novità non mancheranno e oltre a poter cambiare lottatore nel corso dei combattimenti a proprio piacere, o attraverso delle combinazioni prestabilite, il modo più sensato per sfruttare il tag sarà quello di far rimbalzare il nemico e riempirlo di pugni e calci alternativamente. Namco Bandai non ha voluto di certo smentire il Re dello juggling ed ha inserito una serie di caratteristiche che danno ai combattimenti un unico scopo: quello di far rimbalzare il nemico il più possibile, non soltanto lanciandolo in aria e cercando di non farlo atterrare vivo, ma anche sfruttando i vari rimbalzi di muri e addirittura del terreno. La giocabilità non è certo tecnicissima e come sempre riuscirete a sferrare combo micidiali premendo un po’ a casaccio i tasti, anche se a certi livelli servirà a poco e sarà necessario una maggior strategia difensiva. C'è poi l'ultima opzione, la cosiddetta 'Tag Rush' che consiste in un attacco dall'alto del nostro alleato mentre noi saremo a terra che, al prezzo di tutta la barra rossa residua dei due personaggi, ci consentirà di cambiare in sicurezza ed evitare magari la sconfitta, considerando che per perdere il round è sufficiente che venga battuto un solo guerriero.

    Opzioni come se piovesse, ma anche di più

    Sebbene non sia molto difficile descrivere il gameplay di Tekken Tag Tournament 2 considerando che, bene o male, tutti hanno giocato almeno una volta ad un capitolo della saga, bisogna sottolineare come, per ciò che concerne il contorno e le varie opzioni di gioco, i programmatori non abbiano certo elemosinato la fantasia. Tra le diverse possibilità offerte al giocatore segnaliamo quella di giocare due contro uno o nel classico versus, entrambe caratterizzate da uno sbilanciamento dei personaggi e una palese carenza di profondità tecnica del gioco, che farà capire meglio come solo con il Tag vero e proprio si otterrà il meglio dal titolo. Dal punto di vista delle modalità possiamo segnalare le esclusive per Wii U, oltre ovviamente agli immancabili Arcade, Survival, Time Trial e Laboratorio, a metà fra un tutorial esteso ed un vero e proprio editor per “costruire” il proprio Combot, che si focalizzano nel Tekken Ball e nella Mushroom Battle. Nella prima dovremo colpire una palla e cercare di prendere il nemico, una vera e propria sfida a pallonate dove gli attacchi in tag causeranno il maggior numero di danni se il pallone andrà a segno. La seconda modalità, invece, ci vedrà combattere in un campo pieno di funghetti piovuti direttamente dal mondo di Super Mario, i quali causeranno diversi effetti se ci si passerà sopra, come ad esempio far diventare giganti, microscopici o velocissimi. Entrambe le modalità presenti solo sulla console Nintendo sono davvero inutili, carine per due minuti e poi da cestinare brutalmente, visto il poco senso che hanno e il divertimento praticamente nullo.

    Vecchia generazione per una nuova console… non ci siamo

    Un tempo le console al loro lancio avevano due modi di mostrare i muscoli e tutta la loro potenza grafica: i giochi di corse e i picchiaduro poligonali. Per Wii U le cose non vanno purtroppo bene, considerando che Tekken Tag Tournament 2 sfrutta un motore vecchio già su Playstation 3 e Xbox 360, che non riesce minimamente a stare dietro a quella meraviglia di Dead or Alive 5 non solo per la pulizia e dettaglio dei lottatori, ma più che altro per i fondali di gioco ancora poco rifiniti e spesso decisamente brutti esteticamente. Inutile soffermarsi sulle musiche, sono tante e bellissimi, oltre ad avere alcuni richiami retrò che i fan di vecchia data non potranno che apprezzare ascoltandole nei menù di gioco o nei vari scontri. Nonostante la grafica non sia il massimo, c’è da considerare che l’online è gratuito in questo caso e che le partite sono decisamente fluide, mostrando come il netcode non sia molto differente da quello utilizzato su altre console.

    Pro

    • I costumi delle mascotte Nintendo
    • Tanti personaggi

    Contro

    • Nessuna aggiunta rilevante
    • GamePad sostanzialmente inutile

    Conclusioni

    Tekken Tag Tournament 2 per Wii U rappresenta un porting decisamente pulito e senza lode, introducendo come unico aspetto degno di nota in esclusiva i costumi dei personaggi Nintendo, che hanno un fascino davvero ammaliante. Per il resto ci ritroviamo con un titolo che sfrutta il controller della console per fare disegnini e poco altro, aspetti tutto sommato carini, fermo restando che in un picchiaduro utilizzare al meglio lo schermo tattile della console non è facile e, sinceramente, forse è proprio inutile. Se avete acquistato la console e amate il genere la scelta è obbligata: benché il titolo non sia il meglio che ci sia in circolazione offre un numero spropositato di personaggi che vi terranno compagnia fino all’arrivo del prossimo contendente, che speriamo venga annunciato presto, oltre che fare una preghierina al Team Ninja che male non fa.

    7.0 1