Top 10 videogiochi a tema estivo
Speciale

Top 10 videogiochi a tema estivo

Ecco una classifica dedicata alle opere che meglio richiamano la stagione più calda dell’anno

L’estate è ormai agli sgoccioli, molti di voi saranno tornati alla quotidianità, qualcun altro invece si godrà le ferie settembrine nella pace e tranquillità garantite da questo mese, ma prima di lasciare questa stagione alle spalle ci sembrava doveroso stilare una top 10 dedicata ai videogiochi a tema estivo. Si tratta chiaramente di una classifica, per cui è difficile possa rispecchiare i gusti di tutti; anzi è molto probabile accada il contrario. Ben venga, in caso, poiché si potrebbe creare un bel confronto con le vostre top 10.

Direi di non dilungarci oltre e dare il via alla classifica dedicata ai dieci giochi a tema estivo. Nella classifica verrà preso in esame tutto, quindi ritroverete opere di differenti generazioni (e generi) a confronto.

 

Greendog top 10 giochi tema estivo

10. Greendog: The Beached Surfer Dude!

Non potevamo di certo non iniziare con Greendog: The Beached Surfer Dude!, uscito per SEGA Mega Drive nel 1992 e sviluppato da Sega Technical Institute e Interactive Designs. Il gioco, come avrete modo da intuire dal suo character design, non è giapponese, poiché lo studio di sviluppo era una divisione americana di SEGA. Si tratta di un platform molto piacevole e caratterizzato da svariate idee interessanti. Il gameplay è molto più ragionato, quindi dimenticatevi l’eseguire salti rocamboleschi e in velocità. Il titolo si prende i suoi tempi e fa della sua forza le continue idee che vengono riproposte durante l’avventura. Greendog: The Beached Surfer Dude! rientra perfettamente tra i videogiochi a tema estivo poiché la sua ambientazione tropicale, la palette di colori, e per certi versi anche il protagonista, richiamano questa stagione. Un prodotto che sa il fatto suo e di cui forse un giorno ve ne parleremo approfonditamente in un Retro Weekend.

 

Windjammers

9. Flying Power Disc (Windjammers)

Flying Power Disc, conosciuto in tutto il mondo come Windjammers, è uno di quei titoli che richiama perfettamente il tema estivo, vuoi per la sua spensieratezza nel gameplay, vuoi per alcuni stage su spiaggia, vuoi per lo sport in sé, ed eccolo quindi in classifica. Flying Power Disc, sviluppato da Data East, è uscito ne 1994 in sala giochi e su Neo Geo CD, la console targata SNK che ai tempi era una delle più ambite dagli appassionati per il suo riuscire a riproporre i titoli dei vari cabinati dell’epoca in maniera fedele all’originale, tanto che si utilizzava spesso il termine ‘Arcade Perfect’. Tornando al gioco, Flying Power Disc per certi versi ricorda un po’ la meccanica di base di Pong: ritroviamo due giocatori che si sfidano a suon di frisbee e vince chi va a segno più dell’avversario. A differenza di Pong, a parte per il comparto tecnico e lo stile artistico, il gameplay offre molte più possibilità e situazioni avvincenti di gioco, garantendo un divertimento genuino. Dopo più di quattro lustri aspettiamo un sequel in uscita proprio quest’anno con la speranza che mantenga fede alla bontà del suo predecessore.

 

Nangoku Shounen Papuwa-kun top 10 giochi estivi

8. Nangoku Shounen Papuwa-kun

Se con Greendog: The Beached Surfer Dude! era chiaro dallo stile fosse un’opera americana, Nangoku Shounen Papuwa-kun per Super Famicom trasmette giapponesità da tutti i pixel. Il titolo, sviluppato da Daft e pubblicato da Enix nel 1994, si basa sull’omonimo manga condito di demenzialità e umorismo; tratti che ritroveremo anche nel gioco. Nangoku Shounen Papuwa-kun è ambientato su un’isola tropicale e sia i colori che la location in sé sprizzano fortemente il tema estivo che ci porta ad inserirlo in questa classifica. Prendiamo il controllo di Shintaro e il nostro obiettivo consiste nel farci strada sull’isola per scoprire da dove proviene l’invasione dei mostri. Un action platform pieno zeppo di combattimenti straordinari, boss e mid-boss, alcuni rompicapo ed ovviamente immancabili sezioni platforming. Il tutto farcito da una direzione artistica encomiabile e sano umorismo che rimarcano in maniera ottimale le sue origini (il manga). Gran titolo, altamente consigliato. Anche di questo, a tempo debito, ne riparleremo in uno degli appuntamenti della domenica.

 

Donkey Kong Country 3 giochi a tema estivo

7. Donkey Kong Country 3: Dixie Kong’s Double Trouble!

Tra tutti i Donkey Kong Country (compresi anche quelli della dilogia Retro Studios) quello che richiama fortemente il tema estivo è senza dubbio Dixie Kong’s Double Trouble!. Seppur vero che alcuni dei livelli di Returns e Tropical Freeze vantino stile ed ambientazioni che richiamano l’estate, il terzo capitolo sviluppato da Rare nell’insieme risulta il più adatto in questa classifica a tema estivo. Un pochino snobbato dai più, che ricordano maggiormente il primo capitolo e il secondo (il migliore della serie), Donkey Kong Country 3 è un gioco formidabile e caratterizzato da estro creativo, genialità e follia fuori scala. Opera che con i suoi colori caldi, le sue ambientazioni, la world map suddivisa ad isole raggiungibili con l’apposito veicolo marino potenziabile nel corso dell’avventura, enfatizza l’estate in ogni suo piccolo pixel. Platform di cui un po’ abbiamo parlato nel confronto tra Rare e Retro Studios, ma anch’esso meriterebbe senz’altro un approfondimento in Retro Weekend.

 

Mario & Luigi: Superstar Saga - Retro Weekend

6. Mario & Luigi: Superstar Saga

Che spettacolo Mario & Luigi: Superstar Saga. La prima avventura dei fratelli baffuti, uno dei migliori titoli per Game Boy Advance (se non il migliore) che vede i nostri eroi sbarcare nel Regno di Fagiolandia per trovare il modo di restituire la voce rubata con l’inganno alla Principessa Peach. Il risultato è un viaggio fatto di situazioni spassose, ilarità, citazioni e tanto, ma tantissimo divertimento, senza però lasciarsi scappare anche momenti più profondi e toccanti. Mario & Luigi: Superstar Saga offre praticamente tutto e ben si adatta al contesto estivo di questa classifica considerando il viaggio lontano da casa dei due baffuti idraulici. Come se non bastasse, di questa splendida opera targata AlphaDream ne abbiamo parlato in un apposito Retro Weekend.

 

Ecco the Dolphin top 10 giochi a tema estivo

5. Ecco the Dolphin

Ed ECCOlo qua (scusate il gioco di parole; dovevo). Siamo ormai a metà strada e Ecco the Dolphin non poteva mancare affatto in questa classifica dedicata ai 10 videogiochi a tema estivo. Sviluppato da Novotrade International, il titolo è uscito nel 1993 originariamente su Mega Drive. Viaggeremo nelle profondità marine con l’omonimo protagonista delfino in una poetica e bellissima avventura che di certo non si rivelerà una passeggiata. La brezza del mare, l’ambientazione tutta marina e il tipo di gioco fanno di Ecco the Dolphin uno dei candidati ideali di questa top 10. Un platform peculiare e caratteristico che porta a spremere le meningi più del dovuto per superare le svariate situazioni di gioco, ma la qualità della produzione è molto alta, tanto da indurre SEGA a volere dei sequel, usciti sino all’ultimo capitolo su Dreamcast, prima del fallimento della compagnia giapponese. Ecco the Dolphin non è un platform come altri, è qualcosa di diverso; un’esperienza quasi sensoriale. Forse un giorno ne riparleremo in maniera più approfondita.

 

4. The Legend of Zelda: Link’s Awakening

Quella di Link’s Awakening è una delle avventure più belle della longeva serie Zelda creata dal maestro, Shigeru Miyamoto. Il capitolo uscito su Game Boy, prima, e su Game Boy Color, dopo, in versione DX, presto arriverà su Nintendo Switch con un succosissimo remake che può essere la ghiotta occasione per tutti di mettere le mani su questo immenso capolavoro. L’avventura di Link sull’isola che sogna, Koholint, oltre ad essere meravigliosa ben si sposa con il tema estivo grazie all’ambientazione stessa del gioco dai tratti tropicali. Per non parlare del naufragio iniziale che vede il nostro eroe finire sulla riva di Koholint, ritrovato da Marin (che egli scambierà inizialmente per Zelda). Già solo lo sviluppo degli eventi in quelle terre che non sono Hyrule, non sono casa, richiamano fortemente l’estate, la quale di solito è la stagione dedita alle vacanze, o comunque ai viaggi, lontani dalla propria umile dimora. Di Zelda Link’s Awakening ne abbiamo invece parlato in un apposito Retro Weekend che potete consultare direttamente qui.

 

Wave Race 64

3. Wave Race 64

Siamo ormai alla zona calda di questa top 10; poteva forse mancare Wave Race 64 in questo elenco? Chiaramente no. Non solo è uno dei racing game più belli che siano mai stati realizzati, ma è anche perfetto per il tema estivo di questa classifica. Il titolo in questione è uscito nel 1996 per Nintendo 64 (come suggerisce il nome) ed è stato sviluppato da Nintendo EAD sotto la guida di Shigeru Miyamoto che ha assunto le vesti di producer. Tantissime piste da percorrere con la nostra moto d’acqua a tutta velocità, tramonti mozzafiato e adrenalina alle stelle. Una volta presa dimestichezza col gioco e padroneggiato il sistema di controllo, Wave Race 64 diventa droga pura. Divertimento, sfida, competizione. C’è praticamente tutto in quest’opera e urge parlarne in un Retro Weekend il prima possibile. L’estate è indubbiamente meno bella senza Wave Race 64.

 

The Wind Waker top 10 giochi a tema estivo

2. The Legend of Zelda: The Wind Waker

In seconda posizione non poteva esserci che Zelda The Wind Waker, capitolo meraviglioso dell’omonima serie Nintendo e che ha tutte le caratteristiche del tema estivo di questa classifica: viaggio, avventura, poesia, mare. Insomma, The Wind Waker è il massimo a cui si possa ambire se si cerca un gioco di questo tipo. Il massimo se si esclude il titolo in vetta che andremo a vedere tra poco. Ciononostante, nel genere action adventure non esiste nulla di paragonabile all’esperienza offerta dal primo capitolo 128 bit della saga Nintendo. Il grazioso stile grafico, toon shading, non fa altro che enfatizzare il tutto, tanto che ci sentiamo di ritenerlo persino più affascinante rispetto a come si mostra nella remastered Wii U. Il senso di spensieratezza e la poetica che si avverte quando si solcano i mari con Re Drakar è qualcosa di indescrivibile. Un viaggio unico ed immenso di cui un giorno dovremo parlarne, per forza.

 

1. Super Mario Sunshine

Siamo giunti al termine di questa classifica a tema estivo. In vetta era inevitabile la sua presenza: Super Mario Sunshine, il titolo che consacra l’esperienza dell’estate nel panorama videoludico. Le vacanze del baffuto idraulico finite male che si trasformano in una splendida avventura ambientata sull’isola Delfinia. Un platform 3D di altri tempi caratterizzato da un level design spettacolare, sezioni intrise di sfida, un platforming sopraffino; il tutto arricchito con la presenza dello Splac 3000 che ci permette di eseguire svariate azioni e salti altrimenti impossibili senza. Ma soprattutto torna utile per ripulire l’isola dalla viscida melma di cui è ricoperta e per la quale è stato incolpato lo stesso Mario di essere il criminale che ha imbrattato tutto. Super Mario Sunshine è un’opera formidabile che rappresenta l’estate per antonomasia. Quando si pensa ai videogiochi e all’estate è di sicuro il primo titolo che viene in mente. Se siete curiosi di saperne di più su questo capitolo, vi basta recuperare l’appuntamento Retro Weekend ad esso dedicato.

 

Bene, si conclude qui questa top 10 dedicata ai videogiochi a tema estivo. Tanti sono gli esclusi, ma era veramente difficile far rientrare tutto. Non per altro, dieci posizioni, seppur sembrino molte, si rivelano sempre strette a conti fatti poiché non sai mai chi lasciare fuori. Fateci sapere se siete d’accordo con la nostra classifica o se invece l’avreste stilata in maniera diversa. Intanto a noi non ci resta che augurare tutti di godervi questi ultimi momenti di relax, prima del ritorno alla routine di sempre.

Articoli Scritto da Ismaele

Appassionato di videogiochi sin dalla tenera età di 3 anni, scrive per il settore dal 2010 e da allora non si è più fermato. Nutre amore profondo per Nintendo ed i suoi brand, in particolare per quello di The Legend of Zelda. Col tempo, però, ha conosciuto e scoperto tante nuove produzioni, sia odierne che del passato, affinando i suoi gusti e la sua cultura videoludica. Nel tempo perso, ambisce a diventare un game designer ed un compositore-musicista, ma restano sogni chiusi nel cassetto... almeno per ora!