TVCADE – HOMECADE: La prova del sistema retro Made in Italy
Speciale

TVCADE – HOMECADE: La prova del sistema retro Made in Italy

  • Versioni: Retrogames
  • Qualche tempo fa, vi abbiamo proposto un’intervista ai responsabili di Homecade, l’azienda italiana creatrice di una serie di supporti homemade. Stavolta vi proponiamo l’analisi su strada del prodotto più venduto, il TVCADE, un oggetto originale che si avvicina al concetto di console casalinga, unita a uno stile da sala giochi anni ’80-’90. Pensate si tratti di un giocattolo piuttosto costoso? Il nostro speciale vi farà ricredere. E vi farà innamorare ancora di più del mondo dei retrogame.

    L’artigianato videoludico

    L’idea di ricevere il TVCADE, dopo l’intervista fatta con il team, mi aveva entusiasmato, soprattutto volendo capire come funzionasse questa ‘macchina delle meraviglie’ per retrogamer. Ecco che, quindi, una volta arrivato l’ingombrante pacco, sono partito con l’unboxing, alternando attimi di frenesia a istanti di cura, visto il carico prezioso. Una volta aperto, con grande stupore, mi sono trovato tra le mani una plancia da gioco arcade, che subito mi ha scaraventato, con la memoria, alle sale giochi degli anni ’80 – ’90. La plancia di comando si rivela subito di ottima fattura, con una parte centrale in acciaio inox e lateralmente completata da piccoli pannelli in legno, lavorati in maniera impeccabile. Anche i colori e le decalcomanie presenti, con la prevalenza dello sfondo nero e rifiniture in giallo e rosso, rendono l’effetto ‘retrò’ ancora più accattivante. Medesima sensazione si può riscontrate per quanto riguarda i pulsanti e le due levette. Il TVcade si mostra da subito, come un oggetto di elevata fattura, pesante quanto basta e curato in ogni piccolo particolare. Già solo dall’elenco dei materiali e dalla cura con cui viene costruito e assemblato, dalle aerografie splendide, avrete capito come non si tratti della solita cinesata, anzi il tutto è strettamente Made in Italy. Nella parte superiore, come detto, sono presenti due postazioni utili per giocare con un amico, proprio con lo spirito ‘da sala giochi’, mentre nella parte frontale, quella rivolta verso la TV, tanto per capirci, è installato il pulsante di accensione sulla destra, l’ingresso per l’alimentazione, in centro il collegamento HDMI, e sulla sinistra quattro porte USB più l’ingresso per un cavo ethernet. La parte rivola verso i giocatori, invece presenta i programmi di Start Player 1, Select, Start Player 2 e Select Player 2 con annessa la funzione Coin, utile per inserire virtualmente le monete per i giochi Arcade o Mame. Le due postazioni di gioco, al tatto, ricalcano alla perfezione lo stile dei cabinati originali, senza considerare la perfezione nel controllo della maggior parte dei giochi. Giusto per avere qualche idea, riportiamo alcuni dati hardware della macchina:

    – Struttura in acciaio inox con fianchi laterali in legno

    – Processore ARM quadcore 1.2Ghz 64bit

    – 1Gb Ram

    – 2 Joystick zippy ad 8 vie

    – 12 switch sanwa

    – 32Gb di memoria per le tue Rom

    – Cavo Hdmi 5 mt incluso nella confezione

    – Dimensioni: l 51 x h 18 x p 25 cm

    – Peso: 4.1Kg

    Il processore, insieme alla memoria RAM, garantisce un’esperienza ludica unica, che si dimostrerà essere priva di problemi per quasi tutte le rom che si vorranno inserire.

    Dentro TVCADE

    Per quanto riguarda la parte Software, TVCADE include ben 25 emulatori. Tra questi, ricordiamo i principali: Atari 7800, MAME Arcade, FBA Arcade, Nintendo 64, NES, SNES, Neo Geo Pocket, Sega Mega Drive, Sega Master System, Sega Mega CD, Game Boy, Game Boy Advance e Playstation. Anche in questo caso la cura dei dettagli è maniacale. Il sistema operativo, Linux Debian open source, è stato perfettamente adattato per le esigenze del giocatore acerbo di programmazione o che non vuole smanettare troppo ma, semplicemente, desidera accendere la console e iniziare a giocare con i suoi game preferiti. Homecade viene incontro a queste esigenze, mostrando un menù intuitivo che consentirà di trovare velocemente la console da emulare. Oltre ad un’immagine di sfondo, ogni console o macchinario avrà un tema sonoro che renderà facilmente riconoscibile quel determinato sistema. Una volta entrati nel menù del sistema prescelto, si passerà alla parte più interessante, ovvero la selezione dei giochi, scorribili tramite il joystick oppure con i pulsanti R o L per scorrere più velocemente l’elenco. Ogni gioco, oltre ad uno screen, utile per capire di quale titolo si tratta nel caso non si ricordasse il nome originale, riporterà alcuni dettagli storici interessanti. Scelto il gioco, si potrà finalmente iniziare a testare sul campo questa macchina delle meraviglie. La maggior parte degli emulatori si comporta in maniera più che egregia, e ben si adattano al sistema di comando dettato dalla plancia del TVCade; stessa cosa per quanto riguarda il comparto estetico che riesce ad adattare la grafica di quasi tutti i sistemi presenti alle TV LCD, senza notare sgranature importanti. Proprio il prodotto in analisi in questo articolo, il TVCADE, è stato realizzato apposta per venire incontro all’ esigenza di sfruttare lo schermo del proprio salotto trasformandolo in una retro-postazione a tutti gli effetti. Purtroppo dobbiamo riscontrare qualche difficoltà nel proporre i giochi di alcune console portatili come il Game Boy o il Game & Watch. Infatti il comparto grafico di questi sistemi risulta sin troppo sgranato sugli schermi odierni ma, nonostante questa incertezza visiva, tutto scorre alla perfezione, anche in questo caso. Un altro appunto da fare, soprattutto per quanto riguarda la praticità manuale, è dato dal fatto che la plancia di comando risulta perfetta per i titoli Arcade, ma per alcuni emulatori di console casalinghe, è forse meglio buttarsi su un pad wireless che riesca a simulare al meglio l’esperienza ludica delle console originali. Questo problema è piuttosto ovviabile dalla presenza, nello store Homecade, di pad in grado di collegarsi immediatamente al sistema, senza troppi grattacapi per i giocatori anche se, i puristi, storceranno leggermente il naso. Una domanda, a questo punto, potrebbe sorgere spontanea: è possibile salvare un gioco per poi riprenderlo in un’altra occasione? La risposta è ovvia, sì! Per salvare e caricare, infatti, i programmatori hanno ben pensato di inserire delle combinazioni dei pulsanti presenti sulla plancia di comando. Oltre a B che serve per confermare e Start per entrare nel menù delle opzioni del sistema, con Select e Start si potrà uscire dai giochi, mentre tramite la combinazione Select e Y si salverà il gioco che sarà poi ripescabile con Select e X. Insomma appare ben chiaro come le combinazioni siano anch’esse intuitive e immediate, tanto per ribadire il concetto user Friendly sul quale si basa TVCADE e tutte le altre macchine Homecade.

    TVCADE è il compromesso ideale per tutti coloro che vorrebbero tornare a ‘smanettare’ sui cabinati da bar o sala giochi, pur non avendo abbastanza spazio in casa

    L’esperienza on the road di TVCADE si è rivelata molto positiva. Il sistema è una chicca adatta all’esigente pubblico di appassionati di retrogame che, come testimonia il successo dei prodotti dell’esperto team di Treviso, è sempre più numeroso e alla ricerca dell’esperienza ludica definitiva. TVCADE è il compromesso ideale per tutti coloro che vorrebbero tornare a ‘smanettare’ sui cabinati da bar o sala giochi, pur non avendo abbastanza spazio in casa. Devo dire che questa plancia arcade riesce a compiere al meglio il suo dovere: in primo luogo è assemblato con materiali di pregio, nessuna plasticaccia ma acciaio inox e legno; secondariamente, la perfetta e intuitiva accessibilità riesce a far approcciare anche i meno avvezzi all’utilizzo di questo tipo di sistemi. Mi sento di consigliarlo soprattutto per i titoli Arcade che funzionano TUTTI alla perfezione (lo voglio sottolineare perchè il test è stato lungo e piuttosto severo), mentre per i giochi da console bisognerebbe abbinarci un pad wireless, disponibile sul sito Homecade. Il prezzo di TVCADE, così come per gli altri prodotti presenti nel catalogo, è proporzionato in base alla qualità del sistema: come avrete sicuramente capito, non stiamo parlando di un prodotto dozzinale, ma di un qualcosa di ben realizzato, unico nel suo genere, che, nelle sue svariate forme come Maxicade o Realcade, potrebbe addirittura diventare oggetto di arredo di pregio. TVCADE resta il compromesso migliore, una sorta di console per condividere con gli amici il gusto delle sfide e dei giochi di una volta. Ancora non abbiamo idea della presenza, in futuro di aggiornamenti in grado di ottimizzare il tutto, attendiamo news a riguardo. Amici del retrogaming, fatevi conquistare da questi prodotti Made in Italy! Per vedere gli altri sistemi e periferiche disponibili, vi rimandiamo allo shop Homecade.

    Galleria Immagini